Mercoledì 15 Agosto 2018 | 01:19

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Bari

Assunzione del boss all'Amiu
il pm concoca due sindacalisti

Sentiti dalla Procura di Bari come persone informate sui fatti nell’ambito della vicenda relativa a Franco Diomede. Al centro dell’indagine c'è infatti un accordo sindacale che avrebbe consentito l’assunzione del boss pur in assenza dei requisiti richiesti

amiu bari

BARI - Due sindacalisti baresi sono stati sentiti dalla Procura di Bari come persone informate sui fatti nell’ambito della vicenda relativa all’assunzione nell’Amiu del boss di Carrassi Franco Diomede. Al centro dell’indagine della Polizia, coordinata dal pm Antimafia Roberto Rossi, c'è infatti un accordo sindacale che avrebbe consentito l’assunzione del boss pur in assenza dei requisiti richiesti.

Nell’ambito di questo procedimento, nato da un’indagine sulle estorsioni ai commercianti del quartiere Carrassi di Bari da parte di esponenti del clan Diomede, la Procura ha iscritto nel registro degli indagati il presidente della municipalizzata barese che gestisce i servizi di igiene urbana e di racconta rifiuti, Gianfranco Grandaliano. È indagato per falso in atto pubblico e truffa aggravata dall’articolo 7 (aver cioè favorito un’associazione mafiosa) per aver firmato l’assunzione del boss sulla base di un accordo sindacale di cui tuttavia fra i documenti acquisiti non c'è traccia. Per questo motivo, dopo aver interrogato Grandaliano già due volte, la Procura ha convocato i sindacalisti.

L’obiettivo degli inquirenti è quello di ricostruire i passaggi burocratici che hanno portato a quella assunzione, in particolare il dettaglio del presunto accordo sindacale che avrebbe consentito di derogare alla richiesta anzianità di servizio (almeno 4 mesi che tuttavia il boss non aveva) per essere assorbiti nell’organico della municipalizzata prima, e poi in quello della cooperativa a cui l’Amiu ha affidato il servizio di gestione dei bagni pubblici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari e Trani, altri 4 mortiin due incidenti stradali

Bari, muoiono madre e figlia
Trani, 2 morti dopo il mare

 
Bar, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

Bari, allarme alga tossica: Ferragosto da bollino rosso da Santo Spirito a San Giorgio

 
Palagiustizia di Bari: Bonafede revoca l'ok alla sede di Via Oberdan

Palagiustizia Bari: Bonafede revoca sede di Via Oberdan. I penalisti: meglio tardi che mai

 
Crollo ponte, Decaro: «Vicino al sindaco, siamo con te»

Crollo ponte, Decaro: «Vicino al sindaco, siamo con te»

 
Alla figlia serve un certificato per lavorare, ma l'ufficio è chiuso: «Se ne vada al mare»

Alla figlia serve un certificato per lavorare, ma l'ufficio è chiuso: «Se ne vada al mare»

 
Palagiustizia, se ci sono le condizioni, il trasloco si può rinviare

«Palagiustizia Bari, se ci sono le condizioni, il trasloco si può rinviare»

 
Bari, agente penitenziario si suicida con la pistola d'ordinanza, Mastrulli: «Una perdita immensa»

Agente penitenziario barese si suicida con la sua pistola in Toscana

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh mio Dio», il terrore in diretta dei testimoni

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 16 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh, mio Dio!»: terrore in diretta | Video dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS