Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 00:23

Innovazione in Puglia

Capone: recuperati 639 milioni
per copertura banda ultralarga

«Abbiamo ottenuto la ripartizione come da norma: 80% al Sud, il 20% al resto d’Italia. Questo consentirà alla Puglia di passare da 30 Megabit al secondo a 100»

Capone: recuperati  639 milioni per copertura banda ultralarga

BARI- Con un accordo sottoscritto oggi durante la Conferenza unificata Stato-Regioni, la Puglia «ha recuperato la prima tranche (231.594.781 euro) dei 639 milioni che le saranno interamente riconosciuti per la copertura sul territorio della banda ultralarga», nell’ambito della suddivisione delle risorse del Fondo sviluppo e coesione (Fsc, ex Fondo aree sottoutilizzate) destinato per l’80% alle Regioni del Sud, ma che in questi giorni «ha rischiato di essere dirottato al Centro-Nord». Lo comunica l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia, annunciando che per il "Mezzogiorno sono stati recuperati più di 1,183 miliardi di euro».

«Non potevamo arrenderci», commenta Capone aggiungendo che "abbiamo ottenuto che l’Fsc fosse giustamente ripartito come da norma: 80% al Sud, il 20% al resto d’Italia. Questo consentirà alla Puglia di passare da 30 Megabit al secondo a 100», con la possibilità di «accogliere le imprese innovative» e «attrarre investimenti». Il governo, spiega una nota della Regione Puglia, "assicura che, contestualmente all’intervento con fondi Fsc a favore delle regioni del Centro-Nord, l’ammontare di euro 1.183.311.984 'è immediatamente disponibile in quota aggiuntivà per misure destinate alle sole Regioni del Mezzogiorno, nel rispetto delle percentuali complessive previste dal Fondo sviluppo e coesionè». L’impegno verrà formalizzato con delibera Cipe «'entro e non oltre il 30 aprile 2016'»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione