Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 05:11

Anziana malata di Alzheimer uccisa da pirata della strada Fermato presunto responsabile

Anziana malata di Alzheimer uccisa da pirata della strada Fermato presunto responsabile
BARI – Il cadavere di una 75enne, Domenica Ferri, malata di Alzheimer e della quale si erano perso le tracce da qualche ora, è stato trovato stamani da un automobilista sulla Sp 215 al bivio tra Sammichele, Turi e Casamassima. Dall’esame del luogo e del cadavere i carabinieri e il medico legale ipotizzano si sia trattato di un investimento compiuto da un’automobilista pirata. Sul posto sono stati trovati pezzi di auto e sul cadavere vi sono numerose e gravi ferite, anche alla testa.  

Sembra sia stato il conducente di un’auto con marchio italiano, forse una Fiat Punto, ad investire la donna che, affetta da patologie neurologiche, era però autosufficiente e viveva sola nella sua abitazione di Turi, dove veniva accudita da una vicina. Spesso si allontanava da casa, come ha fatto questa mattina, per fare una passeggiata. E’ possibile che la nebbia abbia tratto in inganno l’automobilista che ha investita l'anziana e che, resosi conto dell’accaduto, è poi scappato senza lasciare tracce.

Dopo qualche ora di indagine è stato identificato e bloccato dai carabinieri il presunto pirata della strada che oggi ha investito e ucciso Domenica Ferri. Si tratta di un giovane operaio di Valenzano (Bari) di 26 anni del quale i militari non hanno dato il nome e che stamani si stava recando al lavoro. A lui si è giunti grazie ad alcune testimonianze e alla visione di filmati di telecamere di videosorveglianza. L’uomo è stato rintracciato nella propria abitazione e attualmente viene sottoposto a interrogatorio: è accusato di omissione di soccorso, fuga dopo incidente e omicidio colposo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione