Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 15:22

Truffa all'ex Provincia di Bari Città Metropolitana parte civile

Truffa all'ex Provincia di Bari Città Metropolitana parte civile
BARI – Con le richieste di costituzione delle parti civili Città Metropolitana di Bari, due banche e due ex dipendenti delle società degli imprenditori baresi Alviero ed Erasmo Antro, è cominciata davanti al gup Alessandra Susca l'udienza preliminare sulla presunta truffa da oltre 20 milioni di euro commessa ai danni dell’ex Provincia di Bari e di sei istituti di credito per rimborsi per lavori inesistenti di manutenzione delle strade.

Per i reati di truffa aggravata, falso materiale e ideologico, contraffazione di pubblici sigilli, violenza privata, il pm Carmelo Rizzo ha chiesto nei mesi scorsi il rinvio a giudizio per i fratelli Antro. Per concorso nella truffa è imputata anche l’allora dirigente del Servizio finanziario della Provincia, Luigia Carbonara, accusata di aver omesso di rilevare e segnalare la falsità delle fatture emesse dalle società degli imprenditori baresi nei confronti dell’ente e poi utilizzate per ottenere finanziamenti dalle banche. Si tornerà in aula il prossimo 12 febbraio. I fatti contestati si riferiscono agli anni 2008-2011.

Oltre ai fratelli Antro e alla dirigente, sono indagate per la responsabilità degli enti anche quattro società, il Consorzio Sigi, la società Infrastrutture e Servizi Srl, la società Infotec Srl e la Segnaletica e Servizi Srl (tutte dichiarate fallite dal Tribunale di Bari). Gli imprenditori rispondono anche di violenza privata per aver minacciato quattro dipendenti (due dei quali, marito e moglie, hanno chiesto di costituirsi parte civile nel processo), prospettandone ripetutamente il licenziamento, perchè collaborassero "alle operazioni di emissione e contabilizzazione delle false fatture".

Nell’ambito di questa indagine i fratelli Alviero ed Erasmo Antro sono stati arrestati nel marzo 2012. Da questo procedimento e sulla base delle dichiarazioni degli indagati, è poi scaturito un’altra inchiesta – ancora in corso - che coinvolge 41 persone fra ex amministratori e dirigenti dell’ex Provincia di Bari, fra i quali anche l’ex presidente Francesco Schittulli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione