Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 14:11

Bari, sì del giudice al cambio di sesso prima dell'intervento

Bari, sì del giudice al cambio di sesso prima dell'intervento
BARI – Una sentenza del tribunale di Bari ha autorizzato con un unico provvedimento sia l’intervento chirurgico per la rettifica del sesso sia la modifica degli atti anagrafici per una 27enne nata donna e che presto diventerà uomo. Contestualmente, senza che un atto segua l’altro.

"Sono il primo in Italia – afferma il 27enne – mi sento vittorioso, soddisfatto". Pasqua Manfredi, avvocato della rete Lenford che ha seguito Andrea, questo il nome del 27enne, spiega al quotidiano: "La legge 164 del 1982, molto evoluta per l'Italia, prevede due richieste da fare al tribunale: la prima per autorizzare gli interventi, la seconda per il cambio anagrafico, che si ha solo dopo aver dimostrato di non avere più la capacità di procreare".

Per le persone transessuali significa la replica di numerose udienze e visite mediche, spesso con consulenti esterni e giudici diversi. Ora Andrea potrà invece affrontare l’intervento con maggiore serenità: "Sono in terapia ormonale da due anni – racconta – e uno dei disagi più pesanti nella vita quotidiana è proprio quello di raccontare ogni volta chi sono".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione