Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 05:51

Corato, furti ed estorsioni in manette zio e nipote

Corato, furti ed estorsioni in manette zio e nipote
CORATO (BARI) – Due persone sono state arrestate e tre denunciate, tutte imparentate fra loro, perchè accusate, a vario titolo, di furto aggravato e tentativo di furto, ricettazione ed estorsione. Gli arrestati sono Vittorio e Savino Manzi, zio e nipote, rispettivamente di 28 e 22 anni, con precedenti penali. Ad arrestarli sono stati gli agenti del locale commissariato di polizia, le cui indagini erano cominciate in seguito a incendi e furti di auto, nell’estate del 2014.

Tra le autovetture date alle fiamme c'era anche quella di un poliziotto. L’agente, nel corso di controlli, aveva multato e denunciato uno dei due arrestati, per guida senza patente. Il modo di agire dei due, a volte – secondo quanto emerso dalle indagini – aiutati dai tre familiari denunciati, era quello di individuare le loro vittime fra imprenditori ed esercenti per minacciarli e chiedere loro denaro, o anche fra ignari automobilisti ai quali rubavano auto o scooter per restituire loro i mezzi in cambio di denaro, alcune centinaia di euro. Chi non pagava subiva attentati incendiari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione