Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 03:58

Legge elettorale, da Bari in 95 ricorrono contro Italicum

Legge elettorale, da Bari in 95 ricorrono contro Italicum
BARI – Un ricorso sulla presunta incostituzionalità della legge elettorale Italicum è stato presentato al Tribunale di Bari da 95 elettori baresi che hanno aderito all’iniziativa del 'Coordinamento Democrazia Costituzionalè, rappresentato da Vincenzo De Robertis. Nel ricorso, redatto da un collegio difensivo guidato dall’avvocato Nicola Colaianni, sono illustrati 14 presunti motivi di incostituzionalità.
L'obiettivo dei ricorrenti è "impedire che con una legge illegittima costituzionalmente – spiegano in una nota – si consenta che una minoranza, anche di entità? minima, uscita vincente nel turno di ballottaggio, sia poi posta in grado, con l'attribuzione ad essa di 340 deputati, di controllare da sola il procedimento legislativo e finanche di modificare da sola la Costituzione e di eleggere gli organi di garanzia, dal presidente della Repubblica ai giudici della Corte costituzionale".
Secondo i ricorrenti "l'Italicum riproduce gli stessi difetti del Porcellum e, in particolare, quello di fondo", ovvero "attribuzione della maggioranza dei seggi alla lista che consegua la maggioranza relativa, che in realtà è una minoranza assoluta: almeno il 40 per cento al primo turno e addirittura anche meno al ballottaggio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione