Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 20:25

Puglia, dialogo Fitto-Vitali «Berlusconi scettico»

Puglia, dialogo Fitto-Vitali «Berlusconi scettico»
BARI – "Berlusconi, sul fatto che in Puglia stessi dialogando con i Conservatori e Riformisti di Fitto, era scettico: come si fa, mi ha detto, a stare ad un tavolo con delle persone che ancora oggi ci offendono, ci insultano". Lo ha dichiarato questa mattina, intervenendo in diretta su Radionorba, il coordinatore regionale pugliese di Forza Italia, Luigi Vitali, raccontando come è stato raggiunto un accordo di collaborazione tra le forze del centrodestra in vista delle amministrative in Puglia, dopo le polemiche e le divisioni che hanno visto il centrodestra presentarsi alle ultime regionali con due candidati. Lo rende noto la stessa emittente.

"A Berlusconi – ha proseguito Vitali –  ho risposto che le tensioni e le polemiche fanno parte della dialettica politica. Noi, se vogliamo dare una proposta vincente in Puglia, dobbiamo stare insieme, chiaramente con pari dignità, sforzandoci insieme di trovare una sintesi accettabile, il che è accaduto ad esempio sulle primarie chieste dai Conservatori e Riformisti di Fitto contro la nostra posizione che è contraria. Abbiamo deciso che le faremo qualora non vi sia unanimità di vedute sulla scelta dei candidati".

Vitali ha annunciato che "al tavolo per le amministrative pugliesi presto siederanno altre formazioni politiche come quella del sen. Gaetano Quagliariello". Alla domanda se, dopo essere stato considerato l’uomo che ha diviso il centrodestra in Puglia, gli piacerebbe essere riconosciuto come colui che lo ha riunificato anche a livello nazionale, Vitali ha risposto così: "Io mi sono stancato di perdere e voglio vincere. Se quello che abbiamo fatto rappresenta un piccolo passo avanti nella riunificazione del centrodestra, che sia stato io o un altro, l'importante è che il centrodestra torni competitivo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione