Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 01:06

Processo crac Divania salta udienza per notifica

Processo crac Divania salta udienza per notifica
BARI - Per un difetto di notifica ad alcuni imputati è slittato al prossimo 11 febbraio l’inizio dell’ udienza preliminare nei confronti dei vertici di Unicredit accusati di concorso in bancarotta fraudolenta. Tra i 16 imputati l’ex amministratore delegato di Unicredit Banca, Alessandro Profumo, e l’attuale amministratore delegato Federico Ghizzoni.
In occasione dell’udienza preliminare di oggi, una delegazione di ex lavoratori dello stabilimento Divania di Modugno (Bari), accompagnati dalla Filca Cisl, ha manifestato all’esterno del Palazzo di Giustizia di Bari. Il sindacato, tramite il suo segretario provinciale Antonio Delle Noci, ha annunciato che chiederà di costituirsi parte civile del processo nell’interesse dei 430 ex dipendenti.
Rischiano il processo 16 persone, tra cui Profumo e Ghizzoni. A loro due e ad altri 14 indagati, tra manager e funzionari dell’istituto di credito, il pm Isabella Ginefra contesta di aver ingannato il titolare dell’azienda barese, l’imprenditore Francesco Saverio Parisi, inducendolo a sottoscrivere 203 contratti derivati che, in pochi anni, avrebbero portato la società al dissesto e al successivo fallimento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione