Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 19:45

Chiuso il progetto della Regione per la piccola pesca artigianale Resta point per le informazioni

Chiuso il progetto della Regione per la piccola pesca artigianale Resta point per le informazioni
BARI - Si chiude oggi il progetto di cooperazione internazionale «R.E.A.D.Y. Med. Fish», il cui obiettivo è stato quello di individuare le migliori opportunità di diversificazione del reddito nel campo della piccola pesca artigianale, con uno sguardo particolare alla possibilità di promuovere il ricambio generazionale. Ma lascerà in eredità l’apertura di un info-desk a sostegno degli operatori del settore che intendano avviare nuove attività finalizzate ad integrare i redditi derivanti dall’attività di pesca.

L’info–desk sarà aperto al pubblico ogni martedì, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 16.30 presso la sede della Regione Puglia – Sezione Caccia e Pesca, in via Paolo Lembo 38/F – 70124 Bari.

Il settore della piccola pesca sta soffrendo indubbiamente un periodo di grave crisi; il dato emergente è che, a causa degli introiti in costante decremento per gli operatori del settore, i giovani sono poco attratti da un mestiere antico ma ormai poco remunerativo. Occorre, quindi, individuare soluzioni e promuovere nuove attività che consentano di non abbandonare una importante tradizione che accomuna i Paesi del Mediterraneo, consentendo ai pescatori di diventare imprenditori, attraverso l’avvio di piccole imprese “multifunzionali”. In altre parole, il pescatore deve poter conservare la propria attività e la propria “identità”, valorizzandola e integrandola con altre opportunità di guadagno.

La Regione Puglia è stata partner nel progetto di cooperazione che ha visto coinvolti, oltre al CHIEAM di Bari, i rappresentanti di Paesi della sponda sud del Mediterraneo, quali Tunisia, Egitto e Libano.

Il progetto, avviato nel novembre del 2013, ha portato ad un’analisi dettagliata della normativa che regola le attività di diversificazione nel campo della piccola pesca (ricordiamo che la Regione Puglia possiede una specifica Legge Regionale, la n. 13 /2015 sul pescaturismo e ittiturismo), che ha beneficiato anche del supporto di specifici Gruppi di lavoro su base locale (Gruppo di Azione geografica) e internazionale (Euromediterranean Operational Group); sono state svolte attività di formazione rivolte sia ad appartenenti alla P.A., quanto ad esponenti delle Associazioni di categoria e a gruppi di pescatori provenienti dai Paesi partner, al fine di costruire un percorso comune verso la diffusione delle nuove attività.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione