Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 08:20

Una sigaretta e va a fuoco casa di riposo a Turi Anziano muore carbonizzato

Una sigaretta e va a fuoco casa di riposo a Turi Anziano muore carbonizzato
TURI (BARI) – Una semplice, 'maledetta' sigaretta rimasta accesa: è stata molto probabilmente questa la causa dell’incendio sprigionatosi all’ora di pranzo in una stanza della Residenza sanitaria assistenziale 'Villa Eden', in via Spinelli 49 a Turi, nell’hinterland barese. Vincenzo Luisi, 77 anni, pensionato e vedovo nato a Putignano e residente a Noci, che in quella stanza ci viveva e della struttura era ospite, forse non si è accorto di nulla. Si era addormentato e le fiamme non hanno perdonato. Inutili i soccorsi, a cominciare dal personale della struttura: l’uomo è morto per le ustioni riportate.

La tragedia avrebbe potuto avere conseguenze ancora più pesanti perchè un altro ospite della casa di riposo ha rischiato di rimanere intrappolato. Una volta tratto in salvo, è stato trasportato all’ospedale di Putignano in evidente stato di agitazione ma non ha riportato nulla di grave.

L'allarme è scattato poco dopo le 12.30. Luisi, stando ai primi accertamenti compiuti dai carabinieri, era solito fumare in stanza, anche quando decideva di riposarsi e stendersi sul letto. Ma questa abitudine quasi certamente oggi gli è stata fatale. Una circostanza che verrebbe avallata anche dal fatto che i vigili del fuoco, dopo aver spento le fiamme ed eseguito un primo sopralluogo, non avrebbero riscontrato anomalie nell’impianto elettrico della casa di riposo, e dunque alla base della tragedia non ci sarebbero cause addebitabili alla struttura.

Sul posto, oltre ai carabinieri e ai vigili del fuoco, è intervenuto personale del 118, ma per l’anziano pensionato ormai non c'era più nulla da fare. Con un’ambulanza è stato invece trasportato all’ospedale di Putignano un ospite della casa di riposo il quale, essendosi trovato vicino al luogo in cui si erano sprigionati fumo e fiamme, è stato colto da panico ed ha rischiato di fare la stessa tragica fine di Luisi. L’uomo è stato soccorso in tempo e i medici gli hanno diagnosticato soltanto uno stato di agitazione senza ulteriori conseguenze.
Gli accertamenti dei carabinieri –  della tragedia è stata informata la Procura della Repubblica di Bari – proseguiranno anche nelle prossime ore per chiarire definitivamente le cause dell’incendio, ma il fattore 'fatalità' sembra al momento aver inciso in modo decisivo sulla morte dell’anziano ospite della casa di riposo.
(di Paolo Melchiorre)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione