Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 04:26

Droga, rifornivano la «Bari bene» di coca e hascisc: 6 gli arrestati

Droga, rifornivano la «Bari bene» di coca e hascisc: 6 gli arrestati
BARI – Sei persone, tra cui due insospettabili, sono state arrestate dai carabinieri a Bari perchè accusate di avere gestito una intensa attività di spaccio di stupefacenti rifornendo la cosiddetta 'Bari benè nei quartieri Madonnella e Carrassi. Gli arresti (due ai domiciliari), sono stati eseguiti sulla base di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Bari, su richiesta della Procura e riguardano spacciatori di professione, ma anche due 'insospettabilì, che avevano il compito di tenere in casa la droga per per conto dei pusher.

Vari i tipi di sostanza stupefacente vendita, cocaina hashish e marijuana, con centinaia di cessioni contestate al gruppo di pusher, cui sono stati complessivamente sequestrati, nel corso delle indagini, due kg di stupefacente. La clientela era diversificata anche in relazione alla tipologia di stupefacente acquistato: operai, imprenditori, studenti, minorenni e ma anche professionisti, che quasi quotidianamente contattavano il loro venditore. Il prezzo variava dai 40 euro per una dose di coca ai 10 per una di marijuana. Il volume di affari del gruppo si aggirava sui 5-6 mila euro al giorno.

Il rapporto consolidato tra spacciatori ed acquirenti consentiva di utilizzare un gergo per le ordinazioni. "Portami le birre" e "apparecchia per gli amici" erano alcune delle frasi criptate utilizzate parlando di droga. Gli arrestati sono Marco Tempesta, di 26 anni, sorvegliato speciale; Nicola Palermo, di 21; Davide De Giosa, di 26; Emanuele Bevilacqua, di 19; Giuseppe Ottomano, di 56; Domenico Ardito, di 51, tutti del quartiere Madonnella. Tutti i componenti del gruppo erano già stati arrestati nel corso delle indagini (durate quattro mesi) in relazione a singoli episodi di spaccio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione