Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 17:32

«Ecco come Merrill Lynch truffò la Regione Puglia»

«Ecco come Merrill Lynch truffò la Regione Puglia»
BARI – Merrill Lynch avrebbe truffato la Regione Puglia con un bond che avrebbe garantito gli eventuali guadagni alla banca ma i rischi tutti a carico della Regione. Lo ha spiegato in aula il consulente tecnico della Procura di Bari, Massimiliano Cassano, citato come testimone nel processo sul bond ventennale da 870 milioni di euro sottoscritto nel 2003 dalla giunta Fitto allora in carica, per sanare il debito sanitario.
Sono imputati per truffa aggravata il funzionario di Merrill Lynch Daniele Borrega, il procuratore speciale dell’istituto di credito, Maurizio Pavesi, l’avvocato incaricato di assistere la Regione nell’operazione finanziaria, Susanna Beltramo e per la responsabilità amministrativa degli enti lo stesso istituto di credito Merrill Lynch.

Cassano ha spiegato che in caso di default di uno dei titoli appartenenti al paniere in cui venivano investiti i 44 milioni di euro versati ogni anno dalla Regione, "il rischio di credito di tali investimenti sarebbe stato a totale carico della Regione" mentre "il rendimento prodotto dal sinking fund sarebbe andato a Merrill Lynch, la quale avrebbe dovuto semplicemente restituire al termine del periodo (febbraio 2023) la totalità del capitale versato (870 mln di euro)". Stando alle indagini della Gdf coordinate dal pm Francesco Bretone, quindi, sarebbe stata "attestata una falsa convenienza economica dell’operazione finanziaria".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione