Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 07:40

Non secchiona ma brava studentessa di Rutigliano sarà premiata da Mattarella

Non secchiona ma brava studentessa di Rutigliano sarà premiata da Mattarella
GIANNI CAPOTORTO
RUTIGLIANO - Il suo sogno nel cassetto è diventare ricercatrice medica, desiderio recente che ha avuto il soppravvento sulla sua precedente aspirazione di realizzarsi come psicologa. In attesa di conseguire il suo obiettivo, nella sua agenda c’è l’iscrizione al corso di laurea magistrale in Farmacia all’Università di Bari e soprattutto un appuntamento al Quirinale con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella il prossimo 22 ottobre.Angelica Ardito di Noicattaro, diplomatosi con il massimo dei voti nell’indirizzo Scienze umane al Liceo «Ilaria Alpi» di Rutigliano è tra i venticinque migliori studenti d’Italia che riceveranno dal Capo dello Stato l’onorificenza di Alfiere del Lavoro. Il riconoscimento consiste nell’attestato d’onore e nella medaglia del Presidente della Repubblica ed è destinato ai migliori studenti che abbiano terminato la scuola secondaria superiore con il massimo dei voti. È stato istituito nel 1961 in occasione delle celebrazioni per il Centenario dell’Unità d’Italia. La selezione tiene conto del voto ottenuto all’esame di Stato e dei risultati scolastici dei primi quattro anni delle scuole superiori.

Gli «Alfieri» vengono premiati al Quirinale in occasione della consegna delle onorificenze ai nuovi Cavalieri del Lavoro. «La notizia di questo riconoscimento mi ha letteralmente sorpreso», dichiara con un largo sorriso la studentessa che compirà 19 anni il prossimo 30 ottobre, impegnata anche nell’associazionismo (Azione Cattolica) e a cui piace tanto leggere (tra i suoi autori preferiti c’è Italo Calvino). Alla cerimonia al Quirinale, che verrà trasmessa in diretta sulle reti Rai, avrà al suo fianco la madre che sprizza felicità da tutti i pori al pari del padre e del fratello più piccolo, anche lui studente al liceo di Rutigliano.

Enorme soddisfazione esprime anche il dirigente scolastico dell’«Ilaria Alpi», Angela Borrelli: «È un riconoscimento meritato per una alunna che vanta un percorso di studi di eccellenza ma è anche un premio che gratifica il lavoro quotidiano dei docenti impegnati nel valorizzare le capacità e i talenti dei nostri alunni». In programma anche una cerimonia pubblica al rientro di Angelica da Roma, «perché è giusto - afferma Borrelli - che anche la comunità cittadina esprima orgoglio per questo importante riconoscimento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione