Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 13:10

«Diamoci una zampa» così a Minervino si taglia la tassa rifiuti

di ROSALBA MATARRESE
«Diamoci una zampa» così a Minervino si taglia la tassa rifiuti
di ROSALBA MATARRESE

MINERVINO - “Diamoci una zampa: adotta un cane e sarete felici in due”. Ecco lo slogan lanciato dall’ammini - strazione guidata dal sindaco Rino Superbo per incentivare l’adozione dei cani randagi. E’ una vera e propria campagna portata avanti dal Comune e in più ci sono sgravi sulla Tari, la tassa dei rifiuti relativa al 2015. L’obiettivo è favorire l’adozione dei cani che si trovano nei canili e dare uno scossone al problema sempre attuale del randagismo, di cui ci siamo tante volte occupati attraverso le pagine della Gazzetta.

L’amministrazione comunale, in manifesti e comunicazioni sul sito del Comune, ha reso noto che, tra le varie agevolazioni sulla tassa rifiuti, o TARI, la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani per l’anno 2015, c'è uno sconto massimo di trecento euro per chi adotta un cane randagio ospitato nei canili convenzionati. Lo sconto sarà pari alla retta che il Comune versa presso il canile convenzionato per il randagio che è stato trovato a Minervino. Ed ecco altre esenzioni: “esenzione totale della tassa nei casi: utenze domestiche occupate da famiglie il cui reddito totale sia costituto unicamente da una sola pensione/ assegno sociale, o dalle provvidenze (pensione con o senza indennità di accompagnamento) riconosciute ad un solo invalido civile, cumulabili esclusivamente con il reddito dell’abitazione principale; utenze domestiche e non domestiche in costruzioni rurali destinate ed utilizzate come abitazione principale o locali per attività agricola.

E ancora: riduzione della tassa al cinquanta per cento, per le utenze domestiche occupate da famiglie il cui reddito totale sia costituto unicamente da una sola pensione non superiore alla minima INPS, cumulabile esclusivamente con il reddito dell’abi - tazione principale. E ancora: abbuono massimo di trecento euro, per tre anni a favore di chiunque avvii una nuova attività artigianale, commerciale o di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande all’interno del “centro storico” e in qualsiasi altra zona del territorio comunale; abbuono massimo di 300 euro per tre anni per ogni lavoratore, assunto a tempo indeterminato da parte di imprese industriali, commerciali o di servizi nel territorio comunale; e di 200 all’anno per ogni lavoratore, assunto a tempo determinato, da parte di imprese industriali, commerciali o di servizi nel territorio comunale”.
Maggiori informazioni presso l’Ufficio Tributi (Tel. 0883/698133) e sul sito www.comune.minervinomurge.ba.it. Domande entro il 31 ottobre 2015.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione