Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 08:52

Striscia: prima udienza a Bari su licenziamento comico Fabio

Striscia: prima udienza a Bari su licenziamento comico Fabio
 BARI – Si è svolta oggi, nel Tribunale di Bari, l’udienza della causa di lavoro tra Fabio De Nunzio, attore del duo Fabio e Mingo, e Mediaset: oggetto del contendere, davanti al giudice giuslavorista Assunta Napoliello, la contestazione formale del licenziamento ufficializzato da parte di Rti nei confronti del comico barese, dopo la scoperta della trasmissione di due servizi che sarebbero risultati 'taroccatì nel formato di Striscia la Notizia.

La difesa di De Nunzio, curata dall’avvocato Gianni Di Cagno dello studio Polis, ha sottolineato come il rapporto che legava l'attore al Tg-varietà di Antonio Ricci fosse "di lavoro subordinato" e per questo ha chiesto le garanzie collegate a questa tipologia contrattuale.

Di parere opposto i legali Mediaset che hanno prima contestato la competenza territoriale e giurisdizione del Tribunale, spiegando che la causa doveva essere discussa a Monza (sede di Rti), e poi hanno rilanciato con l’offerta di pagamento dei venti giorni del mese di maggio (il licenziamento è stato formalizzato il 7 maggio scorso).

Il giudice, prima di rinviare l’udienza al 2 dicembre, ha avanzato la proposta di una transazione tra le parti con un accordo economico. Il 23 novembre, invece, si discuterà la stessa causa del lavoro per il licenziamento di Mingo, altro componente del tandem di ex inviati di Striscia, licenziato insieme a Fabio nel maggio scorso da Rti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione