Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 19:45

Natuzzi, scade la Cig per 524 lavoratori Fissato incontro al Ministero

Natuzzi, scade la Cig per 524 lavoratori Fissato incontro al Ministero
TARANTO – Sarà affrontato al Ministero del Lavoro, probabilmente il 13 ottobre, il nodo dei 524 esuberi allo stabilimento tessile 'Natuzzì di Ginosa (Taranto) per i quali il giorno 15 scade la cassa integrazione. Lo si è appreso oggi a margine di un incontro che si è tenuto nella sede dell’Amministrazione provinciale di Taranto, competente per le controversie collettive, dove erano presenti dirigenti dell’azienda, della stessa Provincia, della Direzione provinciale del Lavoro, oltre alle organizzazioni sindacali.

"E' iniziata la procedura per la controversia – spiega il consigliere delegato della Provincia Vito Miccolis – e ora chiediamo l’intervento del Ministero del Lavoro per la salvaguardia occupazionale". I 524 lavoratori sono tutti collocati nello stabilimento non operativo di Ginosa, mentre 1.818 lavoratori in contratto di solidarietà, continueranno ad essere impegnati negli stabilimenti di Santeramo in Colle, di Laterza e di Jesce 1 e 2 (nel Materano). Il gruppo Natuzzi ha annunciato nei giorni scorsi al Ministero del Lavoro la chiusura dello stabilimento di Ginosa prevedendo per 356 lavoratori la cassa integrazione o la procedura della mobilità. I sindacati chiedono lo stato di attuazione dell’accordo di programma e sollecitano le iniziative di reindustrializzazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione