Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 20:55

Om carrelli: il 7 ottobre a Roma la firma del protocollo d'intesa

Om carrelli: il 7 ottobre a Roma la firma del protocollo d'intesa
BARI – Con l’incontro tenutosi oggi in Regione Puglia alla presenza dell’assessore regionale per lo Sviluppo Economico Loredana Capone, del sindaco della Città Metropolitana di Bari Decaro, del Consorzio Asi, di Invitalia, delle associazioni sindacali e del sindaco del Comune di Modugno Magrone, è stato condiviso il percorso che porterà il prossimo 7 ottobre, a Roma, al Ministero per lo Sviluppo Economico, alla firma sia del protocollo di intesa tra tutti i soggetti, istituzionali e privati, coinvolti nella vertenza OM-Carrelli, sia del contratto preliminare che permetterà l’attuazione del programma di reindustrializzazione del sito.

 Il testo del protocollo sarà firmato a Roma il prossimo 7 ottobre da Regione Puglia, Regione Calabria, Invitalia, Tua Autoworks srl Puglia e Calabria, Comune di Modugno, Città metropolitana di Bari, Consorzio Asi Bari e Autorità portuale di Gioia Tauro. L’obiettivo è la riconversione dello stabilimento di Bari-Modugno e la piena occupazione dei 194 operai in mobilità, compresi i 5 ex Kuehne Nagel. Il progetto prevede la costruzione tra Bari e Gioia Tauro di autovetture a basso impatto ambientale da parte del consorzio Tua Autoworks.

"Si sono poste le basi perchè una fabbrica storica per l'industria barese come la Om possa rinascere dalle proprie ceneri – ha commentato il presidente della giunta pugliese, Michele Emiliano – e la tenacia dei lavoratori che hanno difeso il proprio stabilimento sta per essere premiata. Occorre tenere ancora duro e affrontare gli ultimi tornanti della salita per arrivare al traguardo".

"Siamo ai passaggi conclusivi – ha detto Capone – di una vicenda che si può definire storica per l’area industriale barese. L’intesa tra le istituzioni e i sindacati sta portando i migliori frutti: ciascun ente si è preso il compito di fare una parte importante di attività e la Regione si è impegnata anche finanziariamente per dare speranze alle duecento famiglie in attesa". "E' arrivato oggi il sì – commenta Nicola Magrone – di tutti i soggetti coinvolti nell’accordo di programma al protocollo di intesa adottato dalla giunta comunale di Modugno con la delibera dell’8 settembre scorso: lo stabilimento sarà acquisito a titolo gratuito dal Comune di Modugno per essere ceduto contestualmente, sempre gratuitamente, alla Tua Autoworks, la società individuata da Mise e Regione Puglia che produrrà automobili di fascia C (auto confortevoli di medie dimensioni)".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione