Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 17:02

Telecardiologia, accertamenti della Procura di Bari sul servizio

Telecardiologia, accertamenti della Procura di Bari sul servizio
BARI – Accertamenti sul servizio di telecardiologia sono in corso da parte della Procura di Bari relativamente sia alle vecchia che alla nuova gestione, partita oggi e affidata al Policlinico di Bari. L’inchiesta della magistratura barese, coordinata dal procuratore aggiunto Lino Giorgio Bruno e delegata alla Guardia di Finanza, è partita circa un anno fa, dopo la denuncia dell’allora assessore regionale alla Salute Elena Gentile (Pd).

I primi accertamenti disposti dalla Procura riguardavano la vecchia gestione del servizio che si occupa di eseguire elettrocardiogramma a bordo delle ambulanze del 118 con risultati dei tracciati trasmessi in tempo reale via telefono. In particolare sotto accusa sarebbe il contratto di affidamento dell’appalto alla società Cardio On Line Europe del dottor Claudio Lopriore.

Nei mesi scorsi, però, è stato lo stesso Lopriore a presentare in Procura numerosi esposti per denunciare la non efficienza dell’attuale servizio, sperimentato nelle scorse settimane e da oggi operativo. Gli inquirenti baresi hanno quindi avviato verifiche anche sulla nuova gestione, affidata non più alla Cardio On Line ma direttamente all’azienda ospedaliera Policlinico.

Il servizio dovrebbe coprire l’intero territorio regionale ma nella provincia di Taranto la vecchia società continuerà a gestirlo in parallelo con la nuova, su richiesta della stessa Asl che – stando alla denuncia di Lopriore – avrebbe evidenziato la non efficacia delle diagnosi per i presunti ritardi dovuti alla piattaforma informatica che ora gestisce i tracciati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione