Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 01:59

In Puglia prima filiera produttiva dell'IT

In Puglia prima filiera produttiva dell'IT
BARI – Ripropone le specializzazioni del manifatturiero ma è la prima filiera produttiva in Italia dell’Information technology (IT): si chiama 'Puglia digitale 2.0' (www.pugliadigitale.it) ed è stata presentata oggi a Bari. Nata grazie al contratto di programma da 12 milioni di euro sottoscritto nel 2013 tra Regione e sette aziende del Distretto produttivo dell’Informatica regionale, la piattaforma è caratterizzata "dalla collaborazione attiva tra gli attori che scelgono i clienti finali (cittadini, pubbliche amministrazioni e imprese) ai quali offrono dall’assistenza socio-sanitaria a quella turistica, dalla bigliettazione elettronica all’infomobilità, attraverso applicazioni estremamente innovative. Infine, con l’utilizzo della tecnologia 'cloud’, che prevede la fruizione dei software sul web e con semplicità, la piattaforma si presenta come "un 'ecosistemà in cui le imprese aderenti collaborano, tramite la pubblicazione e la composizione di servizi digitali, alla generazione di valore per il territorio".

Non è un caso che 'Puglia Digitale 2.0' in due anni abbia consentito l’ingresso di oltre 70 occupati nelle sette imprese del Distretto – Exprivia di Molfetta, Omnitech e Openwork di Bari, Gei Inform di Brindisi, Link Management and Technology di Lecce e Parsec 3.26 di Cavallino – che è composto da 100 aziende con 4mila addetti che producono 800 milioni di fatturato. Per Gianni Sebastiano, presidente del Distretto produttivo dell’Informatica pugliese e Cfo di Exprivia, capofila del progetto, "'Puglia digitale 2.0' è il risultato di una virtuosa collaborazione tra università pugliesi e imprese del Distretto che, nelle fasi della ricerca e dell’implementazione della piattaforma, hanno vissuto una rilevante crescita dell’occupazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione