Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 10:46

Pedinava donna con un binocolo condannato a Bari stalker 70enne

Pedinava donna con un binocolo condannato a Bari stalker 70enne
BARI - Il gup del Tribunale di Bari Giovanni Abbattista ha condannato alla pena di due anni e sei mesi di reclusione un 70enne incensurato accusato di stalking nei confronti di una insegnante barese 50enne, che avrebbe pedinato persino con l'ausilio di un binocolo. L'uomo è stato arrestato nel maggio scorso dalla polizia ed è attualmente detenuto ai domiciliari.

La sentenza è stata emessa al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato. Il giudice ha riconosciuto il risarcimento danni alle parti civili, la donna e la figlia minore che a causa di questa vicenda ha sofferto crisi d'ansia, con provvisionali di 10mila euro e 7.500 euro. Stando alle denunce e alle indagini coordinate dal pm Bruna Manganelli, la persecuzione sarebbe iniziata nel 2008.

La vittima sarebbe stata pedinata quando andava al supermercato, a lavorare oppure a prendere la figlia all'uscita da scuola e persino sotto casa. Nel 2013, dopo numerose denunce della donna, il 70enne era stato anche raggiunto da un provvedimento di ammonimento da parte della Questura di Bari. Tutto sarebbe cominciato con bigliettini trovati dalla vittima sul parabrezza della propria auto.

Col tempo ai pedinamenti si sarebbero aggiunte molestie e minacce e, in un caso, l'uomo avrebbe seguito la donna con la propria auto, mettendosi di traverso sulla carreggiata ed impedendole di proseguire la marcia. In una occasione l'avrebbe minacciata dicendole 'farai la stessa fine della signora di Roma uccisa dal marito'.

I fatti contestati arrivano fino all'aprile scorso, quando gli agenti hanno sequestrato l'auto del 70enne, trovando a bordo del mezzo appunti su orari ed abitudini della signora, oltre al binocolo che avrebbe utilizzato per gli appostamenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione