Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 00:23

Università, test di medicina Male i baresi: solo il 40% ha superato l'esame

Università, test di medicina Male i baresi: solo il 40% ha superato l'esame
BARI - Lo scorso anno fra i primi dieci studenti con il punteggio più alto c’erano due baresi. Questa volta il più bravo si piazza al 44esimo posto della graduatoria nazionale e il secondo al numero 54 della classifica. Gli altri si collocano oltre il gradino 170 e ancora dopo oltre il 300.

Appena il 40 per cento dei candidati del capoluogo pugliese ha superato i test d’ingresso ai corsi a numero programmato di Medicina e Odontoiatria dell’Università di Bari. L’8 settembre scorso si sono presentati in 2.166 per rispondere a 60 domande in cento minuti. Rispetto alla graduatoria nazionale si tratta del 3 per cento del totale degli ammessi. Il punteggio massimo ottenuto dai nostri ragazzi è stato 65,8, decisamente lontano dall’80,9 della Federico II di Napoli e dell’Università degli Studi di Torino. La media nazionale del punteggio ottenuta ai quiz è pari a 30,86 punti totalizzata dai 53.268 studenti di tutta Italia, quella registrata a Bari è invece più bassa. Significa che hanno fatto meglio i colleghi di Torino, Bologna e Napoli, che comunque hanno schierato un numero maggiore di partecipanti.

Si tratta comunque di calcoli provvisori. Le graduatorie con i nomi di chi ce l’ha fatta saranno pubblicate il 7 ottobre dal ministero dell’Istruzione Università e Ricerca. Finora i risultati sono stati pubblicati in forma anonima: è stato riportato il codice del compito e il punteggio totalizzato dal singolo concorrente.

Per questo il rettore dell’Università «Aldo Moro», Antonio Felice Uricchio, è cauto nelle valutazioni: «È difficile al momento esprimere un giudizio. Molti giovani baresi che sognano di fare il medico ha sostenuto la prova in altre sedi. Bisogna quindi verificare quanti dei nostri diplomati hanno fatto il test altrove. Aspettiamo i risultati definitivi per tracciare un bilancio. La graduatoria nazionale è comunque particolarmente importante, perché è una graduatoria di merito non riferita alle singole sedi. Qualcuno degli eccellenti potrà scegliere la nostra facoltà per portare a termine il percorso di studi. Non è la prima volta che i più meritevoli conseguono la laurea a Bari».

I banchi riservati a chi aspira a indossare il camice bianco sono 300. Le lezioni dovrebbero cominciare la seconda settimana di ottobre. Salvo imprevisti. Alle matricole potrebbero aggiungersi i «ripetenti», e cioé gli allievi che lo scorso anno non hanno seguito tutte le lezioni, nonostante l’obbligo di frequenza, e non hanno sostenuto tutti gli esami. Non si sa chi degli iscritti in sovrannumero passerà all’anno successivo e chi invece dovrà rimettersi in carreggiata.

Chi ha presentato ricorso non ha potuto seguire regolarmente il primo semestre. Se un centinaio di questi studenti dovesse sommarsi ai nuovi iscritti, potrebbe ripresentarsi il problema del sovraffollamento delle aule. [ant. fan.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione