Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 22:24

Sparatoria a una festa Altamura, due feriti davanti a villa affolata

Sparatoria a una festa Altamura, due feriti davanti a villa affolata
ONOFRIO BRUNO
ALTAMURA - Feriti a colpi di pistola all’esterno di una villa mentre partecipavano a una festa musicale molto affollata. Due trentenni, uno dei quali noto alle forze dell’ordine, sono fuori pericolo ma hanno rischiato conseguenze peggiori nella notte tra sabato e ieri. Una lite degenerata nel sangue, a colpi di pistola. Oppure un gesto premeditato. Queste sono le ipotesi sulle quali stanno indagando i Carabinieri della locale compagnia per risalire ai responsabili e chiarire con certezza il movente di questo episodio delittuoso.I due feriti sono ricoverati nell’Ospedale della Murgia. Si trovavano a un party molto frequentato, in una grande villa ubicata a circa sei chilometri da Altamura, sulla strada statale 96 in direzione di Bari, oltre Pescariello. Sulla strada di accesso, sono stati affrontati da almeno due individui, ancora da identificare, che hanno estratto delle pistole e hanno fatto fuoco. Più colpi hanno raggiunto entrambi, uno alle gambe e a un braccio, l’altro alle gambe e all’altezza del bacino. Le prognosi sono di 20 e 30 giorni. In ospedale i due non sono arrivati con l’ambulanza del 118 bensì in auto da soli perché uno era in grado di guidare nonostante le lesioni.

Le circostanze dell’episodio sono in fase di indagine da parte dei Carabinieri che hanno lavorato per tutta la notte. Hanno ascoltato i proprietari e gli organizzatori della festa, anche per capire la natura dell’evento cui c'è stata la partecipazione di svariate centinaia di persone. E hanno acquisito sommarie informazioni da alcuni dei numerosi presenti. Le attività investigative sono state dirette personalmente dal comandante della compagnia, il maggiore Nicola Abbasciano.

Dall’esame degli elementi raccolti, la prima ipotesi maturata è quella di una lite, scaturita da qualche rancore personale, che però è degenerata in sparatoria. Ma non possono escludersi altri scenari. La disponibilità delle armi potrebbe spiegarsi con una volontà precisa di sparare ai due, in un agguato. C'era tanta gente in quel momento, in un continuo viavai. E anche questo elemento va interpretato alla luce delle indagini. Si è scelto questo evento per non dare nell’occhio? Oppure l’episodio è davvero scaturito da ragioni improvvise? Si torna così alla domanda di partenza.

Non sono trapelati altri dati dal momento che gli investigatori mantengono il massimo riserbo. C'è poi l’analisi del contesto che si sta vivendo negli ultimi tempi ad Altamura. I Carabinieri hanno inflitto duri colpi ai gruppi che si stanno contendendo il controllo del territorio. Non c'è regia né egemonia dall’omicidio di Bartolo Dambrosio nel 2010, e quel fatto eclatante è stato seguito da numerose imboscate tra i rispettivi avversari. La situazione appare molto fluida.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione