Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 22:49

Curdo ammazzato al Cara: in appello assolti tre afghani

Curdo ammazzato al Cara: in appello assolti tre afghani
BARI – La Corte di assise di appello di Bari ha assolto per non aver commesso il fatto i tre cittadini afghani imputati per l’omicidio del 26enne curdo Hemn Hajar, ucciso durante una rissa nella notte tra il 2 e il 3 luglio 2013 all’interno del Cara di Bari-Palese. I giudici, ribaltando la sentenza di primo grado emessa nel luglio 2014 che aveva condannato i tre a pene comprese fra i 15 e gli 11 anni di reclusione, ha assolto il 24enne Sartor Adrimzaj e ha rideterminato le pene inflitte agli altri due, il 28enne Nasri Zeshan e il 27enne Lolkhan Zagarya, condannando il primo per rissa aggravata e lesioni a 200 euro di multa e il secondo a due anni di reclusione. I giudici hanno disposto per tutti la scarcerazione.
Il giovane curdo morì per una coltellata al petto al culmine di una rissa scoppiata tra un gruppo di afghani e un gruppo di curdi per motivi banali, con colpi di bastoni e tubi di ferro. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione