Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 19:05

La cooperativa non paga stipendio alla mamma lui porta via i pc: in manette

La cooperativa non paga stipendio alla mamma lui porta via i pc: in manette
BARI - Per compensare il mancato pagamento delle spettanze dovute alla madre per un lavoro svolto pre una cooperativa, un giovane del rione Libertà ha pensato bene di impossessesarsi di due pc dopo aver ricevuto l'ennesimo «niet» alla richiesta di liquidazione. In manette con l'accusa di rapina ed estorsione, è finito un giovane di 28 anni.
Teatro dell'episodio,  la sede amministrativa di una società cooperativa che si occupa dell’inserimento nel mondo del lavoro di persone con svantaggio psichiatrico, nel rione Picone. Il giovane, recatosi poco prima presso la sede della società, con tono minaccioso, aveva preteso dalle due impiegate presenti, il pagamento delle spettanze dovute al lavoro svolto dalla madre, sino ad allora non ancora retribuita. Essendo le dipendenti impossibilitate a garantirgli quanto richiesto (visto che anche gli altri lavoratori aspettavano il pagamento del dovuto) il giovane è passato alle vie di fatto, danneggiando prima la vetrata della porta d’ingresso della società, quindi s’impossessava di due pc portatili, sradicandoli dalle postazioni in cui erano installati, portandoseli via.
Il tempestivo intervento di una pattuglia dell’Arma, fatta convergere in quel luogo dalla centrale operativa di Bari, dopo una segnalazione giunta al numero di emergenza 112, ha permesso di bloccare il giovane e di recuperare la refurtiva, rinvenuta all’interno del cofano della vettura in suo possesso e parcheggiata lì davanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione