Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 19:45

Renzi prima della Fiera del Levante a passeggio per Barivecchia

Renzi prima della Fiera del Levante a passeggio per Barivecchia
BARI - Giro tra i vicoli di Bari vecchia (come già toccò a Silvio Berlusconi nel 1994) e un saluto al Politecnico in occasione del suo 25esimo anno di fondazione. Potrebbero essere questi i due fuori programma del premier Matteo Renzi atteso sabato 12 settembre per l’inaugurazione della 79esima edizione della Fiera del Levante.il vertice Ieri in prefettura si è svolta una delle prime riunioni del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza che dovrà mettere a punto il cerimoniale e la macchina organizzativa della Campionaria. Tutte le attenzioni sono concentrare sulle manifestazioni del «No Renzi day», con precari della scuola, no global, comitati no trivelle e sigle sindacali, che si sono dati appuntamento sin dal mattino sul lungomare, ma anche sul piano della viabilità con uno spiegamento notevole di forze dell’ordine.

Assaggerà i panzerotti - «Il premier – spiega il sindaco Antonio Decaro – è atteso alle ore 15 per l’inaugurazione. Stiamo cercando di organizzare una passeggiata tra i vicoli del borgo antico e una visita al Politecnico. Dipenderà dal tempo che ha a disposizione e dai suoi successivi impegni». Già lo scorso anno sfumò il fuori programma del primo cittadino di Bari: accompagnare l’amico e giovane presidente del consiglio all’ombra della Basilica e fargli degustare un panzerotto. Chissà se questa volta ci riuscirà.

La pulizia e la sicurezza - Intanto, sono ore di ultimi preparativi per la Fiera. L’Amiu, con un contratto a parte con l’ente, garantirà lo spazzamento e il lavaggio delle strade antistanti, dei viali che portano ai padiglioni e il rafforzamento della raccolta differenziata per espositori e visitatori. Insomma, un piano sul modello Expo di Milano. Sarà invece la polizia municipale a garantire il servizio di custodia delle biciclette. Gli agenti pattuglieranno le rastrelliere, forse posizionate nei pressi di Eataly, per scongiurare furti e atti vandalici che nelle passate edizioni hanno fatto infuriare il popolo delle due ruote che, lo ricordiamo, non pagano il biglietto di ingresso se arrivano a bordo delle bici.

Biglietto a 3 euro. Più gli sconti - Il prezzo del biglietto è stato confermato a 3 euro, con sconti da un euro e 50 centesimi per i visitatori che utilizzeranno i parcheggi di scambio e i bus navetta. Entrano gratis anche i bambini, ma solo quelli sino a un metro di altezza. Nei prossimi giorni il Comune stilerà il piano della viabilità che, per grandi linee, dovrebbe ricalcare quello delle ultime edizioni: parcheggi di scambio al Palaflorio, a Pane e Pomodoro e su via Napoli (svincolo per la circonvallazione) con la formula del «park and bus». L’Amtab garantirà corse aggiuntive e dirette dai capolinea di piazza Moro, piazza Eroi del Mare, ospedale San Paolo e Palaflorio a Japigia. Confermate anche le aree di parcheggio all’esterno della Fiera, nella aree antistanti al Della Vittoria e allo Stadio del nuoto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione