Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 10:48

Immigrazione, Decaro: no lavoro gratis ma scambio competenze

Immigrazione, Decaro: no lavoro gratis ma scambio competenze
BARI – Nell’incontro con i sindacati Cgil, Cisl e Uil, il sindaco del capoluogo pugliese, Antonio Decaro, ha chiarito di non "aver mai inteso" di mettere i migranti del Centro accoglienza e richiedenti asilo (Cara) di Bari a lavorare gratuitamente.

"Il mio obiettivo – spiega Decaro – è mettere a punto progetti di volontariato coinvolgendo insieme migranti e baresi, per uno scambio di competenze, ad esempio, sull'artigianato, la pittura, e piccole cose che possono essere utili a tutta la collettività". Nei giorni scorsi la Cgil di Bari aveva accusato Decaro di "razzismo istituzionale", sottolineando che il "lavoro va sempre retribuito".

Oggi, ribadisce Decaro, "abbiamo deciso che metteremo insieme in campo progetti condivisi, affinchè quando un migrante otterrà il permesso di soggiorno, avrà anche dei punti di riferimento in città, avrà conosciuto più persone che si fideranno di lui, e questo gli permetterà di trovare un lavoro".

"Abbiamo condiviso – dicono i sindacalisti – le modalità con cui i migranti presenti nella nostra città potranno impegnarsi in una serie di attività da svolgere insieme ai cittadini baresi. Il nostro obiettivo congiunto è quello di offrire occasioni per avviare un processo di inclusione e conoscenza delle culture e delle persone che sono arrivate da paesi lontani e che sono nella nostra città in cerca di un futuro migliore. Tutti abbiamo convenuto sul ruolo centrale che le realtà sociali e associative, che da tempo sono impegnate nelle attività di accoglienza e inclusione sociale, e la rete dei servizi welfare del Comune di Bari devono avere in questi percorsi di scambio di competenze ed esperienze tra migranti e baresi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione