Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 19:48

Vanoni su Mister Volare «Mai più uno come lui» A Polignano il mito Domenico Modugno

Vanoni su Mister Volare «Mai più uno come lui» A Polignano il mito Domenico Modugno
Lo ricorda come un "uomo estremamente solare e simpatico", ed è convinta non ci sarà "mai un altro cantante come lui". Ornella Vanoni, che stasera a Polignano (Bari) si esibirà nello spettacolo Meraviglioso Modugno, omaggio del Comune e Pugliasounds al mito di Mister Volare, racconta all’ANSA la sua esperienza con Modugno.
Come quella volta al festival di Napoli, nel 1964, quando ha vinto in coppia con Modugno con 'Tu si na cosa grandè, che stasera reinterpreterà. "Quando Domenico mi venne a proporre 'Tu si na cosa grandè – ricorda Vanoni – io avevo già una canzona per il Festival, anche molto bella. Ma visto che c'era Modugno accettarono anche il secondo pezzo. Così abbiamo vinto io e lui il primo premio, e io e Nunzio Gallo il secondo".
Stasera, sul palco di Polignano, si esibiranno anche Nina Zilli, Pelù, Niccolà Fabi e tanti altri. E Vanoni ha scelto di cantare, "coinvolgendo tutto il pubblico", anche 'Nel blu dipinto di blù perchè, spiega, "è un brano che ha la forza delle grandi canzoni popolari".
 Per Vanoni, Modugno ha offerto un grande contributo alla musica che "oggi", sostiene la cantante, "è molto omologata salvo qualche eccezione". Sarà anche per questo che Vanoni non vede nella scena musicale attuale alcun erede di Mister Volare. Nè crede ce ne saranno mai. "Modugno – dice – era unico come unici erano altri artisti. E non esiste mai l’erede di un grande artista". Non ci resta quindi che ricordarlo, nella maniera migliore che abbiamo per poterlo fare: "Cantarlo", dice Vanoni, "cantarlo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione