Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 18:04

Non si fermano con lo scooter all'alt inseguiti e travolti sul lungomare di Bari Un arresto e un minore denunciato

Non si fermano con lo scooter all'alt inseguiti e travolti sul lungomare di Bari Un arresto e un minore denunciato
BARI - Forzano un posto di blocco dei carabinieri e a cavallo del loro scooter si lanciano in una corsa a folle velocità che termina quando un’auto civetta dei militari sbarra loro la strada. Lo scontro è inevitabile, ma per fortuna i due fuggitivi, un pregiudicato di 40 anni e un ragazzo di 17, se la cavano solo con qualche livido.

«Se la cavano» si fa per dire, perchè il più adulto dei due, già sorvegliato speciale, finisce in carcere con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Inoltre lo scooter, marca Gilera, modello Runner, cilindrata 125 era privo di copertura assicurativa. Come se non bastasse il conducente non è stato in grado di esibire la patente per la semplice ragione che gli era stata ritirata. Il passeggero e complice è potuto tornare a casa sano e salvo ma con una denuncia sul groppone.

Tutto questo è successo ieri mattina poco dopo le 12.30 sul lungomare Starita. L’epilogo spettacolare di questa azione dei carabinieri si è consumato sotto gli occhi di alcuni automobilisti di passaggio e gente che in quel momento era a piedi sul lungomare. Tutti si sono ritrovati nel bel mezzo di una scena da «action-movie», con i carabinieri in borghese che sono subito scesi dalle due auto coinvolte nell’inseguimento e hanno bloccato conducente e passeggero dello scooter.

La ragione per la quale hanno cercato di sottrarsi al controllo è legata al fatto che quando la pattuglia in abiti civili, ferma sul ciglio della strada, ha fatto segno al guidatore di accostare e fermarsi, lui ha capito che quel controllo sarebbe stata per lui una infinita fonte di guai. Ecco perchè ha smanettato, partendo come un razzo, inseguito dalla pattuglia di carabinieri della Compagnia Bari Centro che gli aveva appena intimato l’alt. I militari hanno di fatto hanno spinto i due tra le braccia di una seconda pattuglia che ha sbarrato loro la corsa.

La trappola ha funzionato alla perfezione. I carabinieri erano a caccia degli «avvoltoi» che sul lungomare tartassano gli stranieri, scippandoli, o derubano le vetture in sosta. Hanno intimato l’alt insospettiti dal comportamenti dei due sul Gilera che sembravano in agguato. (l. nat.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione