Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 08:52

L'attore Scamarcio preso a pugni in una stazione di servizio di Noicattaro

L'attore Scamarcio preso a pugni in una stazione di servizio di Noicattaro
di Franco Petrelli

NOICATTARO - Poteva sembrare una scena da film e invece è stata una vera aggressione quella che ha subito l’attore pugliese Riccardo Scamarcio (nativo di Andria) nella stazione di carburanti "Pannarale", in via Casamassima, a Noicattaro, alle porte di Bari.

Scamarcio, 36 anni, è stato aggredito e preso a pugni dopo aver riempito il serbatoio della sua autovettura, dinanzi al bar-tabaccheria della stazione di rifornimenti.

Subito dopo aver fatto il pieno, l’attore pugliese è rientrato in macchina dove era in compagnia di un amico. Ma un uomo alla guida di un furgone incolonnato dietro di lui, una volta completato a sua volta il rifornimento pare abbia cominciato ad urlare di spostare l’auto, in malo modo.

Riccardo Scamarcio lo avrebbe invitato a calmarsi e per tutta risposta l’uomo è uscito dal furgone e si è scagliato contro il giovane attore andriese, colpito più volte con pugni.

Scamarcio è stato subito soccorso dal suo amico e da chi si è accorto della scena, mentre l’aggressore, senza aggiungere altre parole, è tornato sul pesante automezzo e ha lasciato la stazione di servizio.

Pur se provato dall’aggressione, Scamarcio ha preferito raggiungere al più presto possibile la più vicina stazione dei carabinieri. Ha chiesto indicazioni a chi si trovava in quel momento sul posto e si è diretto in via Luigi Nenni a Noicattaro dove ha sporto denuncia ai militari guidati dal comandante Piergiorgio Rosa, che si sono subito messi sulle tracce dell’aggressore.

Nel giro di poco tempo il violento è stato rintracciato: è un cittadino di Noicattaro dell’età di quarant’anni denunciato ora alla Procura della Repubblica di Bari. L’attore ha poi ripreso la sua strada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione