Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 10:01

Tagli alla Sanità, Emiliano «Dispiace, ma quello è l'accordo tra le Regioni»

Tagli alla Sanità, Emiliano «Dispiace, ma quello è l'accordo tra le Regioni»
BARI - "Certamente non fa piacere dover ulteriormente tagliare un budget già molto risicato, però quello è l’accordo tra lo Stato e le Regioni". Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, parlando con i giornalisti del taglio da 2,3 miliardi alla sanità inserito nel Dl Enti locali.
"La cosa che mi aveva un pò turbato – ha aggiunto – è che ancora prima che questo taglio di 2 miliardi e 300 milioni venisse approvato dal Parlamento, già si parlava di un ulteriore taglio di altri 10 miliardi. E’ chiaro che questa cosa mi ha molto colpito, poi dopo evidentemente questa affermazione è stata ridimensionata, direi sfilata dalla polemica politica quotidiana".

"Voglio anche ringraziare – ha proseguito – il ministro della Sanità (Beatrice Lorenzin, ndr) per la serenità con la quale ha gestito quel momento particolarmente difficile da parte di tutti i presidenti delle Regioni, disorientati dalla dichiarazione sull'ulteriore taglio. Voglio ringraziare il ministro per il modo con il quale sta sostenendo i presidenti appena insediati, che hanno bisogno del sostegno del ministero per fare il punto delle cose da fare".

Emiliano ha poi ricordato di aver "letto da qualche parte che, a seguito della mia intervista a Radio24, qualcuno ne aveva dedotto una mia richiesta di dimissioni del ministro. In realtà non c'è mai stata. Anzi, voglio dire che nei confronti del ministro io ho una grande gratitudine per il modo in cui, anche il direttore generale del ministero, Renato Botti, ha curato le prime settimane di lavoro del nuovo presidente della Regione Puglia che mantiene anche la delega alla Sanità". "Questo significa – ha concluso – che la sanità in Puglia viene gestita con la massima attenzione possibile, visto anche il desiderio di innovazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione