Cerca

Venerdì 17 Novembre 2017 | 18:38

Bari ricorda l'eccidio di via Niccolò dell'Arca

Bari ricorda l'eccidio di via Niccolò dell'Arca
BARI – Per ricordare la "insostenibilità" del fascismo e l’impegno della "Puglia democratica per contrastarlo", i presidenti della Regione e del Consiglio regionale della Puglia, Michele Emiliano e Mario Loizzo, hanno partecipato questa mattina a Bari, alla cerimonia di commemorazione delle vittime dell’eccidio di via Niccolò dell’Arca, nel 72/o anniversario della strage del 28 luglio 1943, in cui furono uccisi, con una violenta azione repressiva, diversi cittadini che partecipavano a un corteo antifascista.

 "Intellettuali, operai, studenti e tanti giovanissimi, anche tredicenni – ha ricordato Loizzo – manifestavano pacificamente per la libertà: era il primo atto della democrazia che la Puglia ha contribuito a costruire in quegli anni".

 Emiliano ha sottolineato "come anche le cose più incredibili e insostenibili come il fascismo e la dittatura possano essere cambiate. Quando siamo uniti e abbiamo le idee chiare possiamo sempre riprendere il cammino". Ringraziando "tutti coloro che quel giorno caddero", Emiliano ha ribadito "il messaggio che dobbiamo custodire: la libertà che grazie a loro abbiamo conquistato oggi ha forse caratteristiche diverse – ha concluso - ma noi abbiamo il dovere di difenderla con la stessa intensità e determinazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione