Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 17:14

Regione Puglia, le commissioni Ai grillini tra vicepresidenze

Regione Puglia, le commissioni Ai grillini tra vicepresidenze
BARI – Si sono insediate oggi le sette commissioni permanenti del Consiglio regionale della Puglia. Nessuna presidenza per il Movimento 5 Stelle mentre al Partito Democratico ne sono state affidate quattro (Fabiano Amati alla commissione Bilancio e programmazione, Giuseppe Romano alla Sanità, Donato Pentassuglia alle Attività produttive e Filippo Caracciolo all’Ambiente), una presidenza a Noi a Sinistra  (Giuseppe Lonigro agli Affari generali e personale), una a La Puglia con Emiliano (Alfonsino Pisicchio a Cultura e formazione professionale) ed una a Oltre con Fitto (Saverio Congedo agli Affari istituzionali).  

"E' andato tutto bene e velocemente, segno – secondo il presidente dell’Assemblea legislativa pugliese, Mario Loizzo - di coesione della maggioranza ed anche di un buon rapporto con le opposizioni, con delle importanti aperture verso tutti i gruppi di minoranza. Risolta anche la questione della pregiudiziale" che era stata avanzata dal gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle sulla composizione delle Commissioni consiliari permanenti ed in particolare sulla richiesta di rispetto del regolamento interno del Consiglio che all’articolo 9 prevede espressamente che le Commissioni siano composte in maniera proporzionale alla consistenza numerica di ciascun gruppo. "Abbiamo proceduto all’attuazione rigida delle norme regolamentari ed in questo modo – ha spiegato Loizzo – credo la questione sia stata risolta al meglio. Quando ci si fa carico di problemi sollevati da una forza politica si compie un atto di buona politica. La prova è che abbiamo completato l’avvio dell’attività delle commissioni nella più assoluta serenità e legittimità".

"Ora si potrà procedere velocemente – ha aggiunto Loizzo – con gli adempimenti che ci consentiranno di tenere la seduta di consiglio regionale il 31 luglio e di aprire il dibattito in aula sulle dichiarazioni programmatiche del presidente della giunta, Michele Emiliano, e anche sul rendiconto generale 2014 ed sul bilancio di previsione 2015".

Proteste si sono registrate da parte del M5S, la cui presenza è stata esclusa dall’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale pugliese. Al M5s sono state affidate tre vice presidenze delle sette commissioni consiliari permanenti: Cristian Casili nella quinta commissione (Ambiente), Gianluca Bozzetti nella sesta commissione (Cultura e formazione professionale) e Grazia di Bari nella settima commissione (Affari istituzionali).

 "Avevamo fatto un appello ad ogni singolo consigliere – ha spiegato il capogruppo del M5s, Antonella Laricchia – affinchè al Movimento fosse affidata almeno la presidenza della settima commissione, vista soprattutto la nostra scandalosa assenza nell’Ufficio di presidenza. La maggioranza ha preferito dare i suoi voti, ancora una volta, alla destra. Sembra poi – ha aggiunto Laricchia – che nel Pd più si è indagati e condannati più si possa ambire a certe cariche, mi riferisco alla presidenza della prima commissione data ad un condannato per tentato abuso di ufficio". 

Al termine delle operazioni di voto gli uffici di presidenza delle sette commissioni sono così composti: presidente della prima (Bilancio e programmazione) è Fabiano Amati (Pd), vice presidenti Ruggiero Mennea (Pd), per la maggioranza, e Francesca Franzoso (FI) per la minoranza, segretario Napoleone Cera (Popolari); presidente della seconda (Affari generali e personale) è Giuseppe Lonigro (Noi a Sinistra), vice presidenti sono Giuseppe Romano (Pd) e con Renato Perrini (Oltre con Fitto), segretario Giuseppe Turco (La Puglia con Emiliano); il presidente della terza (Sanità) è Giuseppe Romano (Pd), vice presidenti Paolo Pellegrino (La Puglia con Emiliano) e Luigi Manca (Movimento politico Schittulli), segretario Giuseppe Longo (Popolari); il presidente della quarta (Attività produttive) è Donato Pentassuglia (Pd); vice presidenti Ernesto Abaterusso (Pd) e Domenico Damascelli (Fi), segretario Mauro Vizzino (Emiliano sindaco di Puglia); il presidente della quinta (Ambiente) è Filippo Caracciolo (Pd), vice presidenti sono Mario Pendinelli (Emiliano sindaco di Puglia) e Cristian Casili (Movimento 5 stelle), segretario Alfonso Pisicchio (La Puglia con Emiliano); il presidente della sesta (Cultura e formazione professionale) è Alfonso Pisicchio (La Puglia con Emiliano), vice presidenti Giuseppe Romano (Pd) e Gianluca Bozzetti  (Movimento 5 stelle), segretario Mario Vizzino (Emiliano sindaco di Puglia); il presidente della settima (Affari istituzionali) è Saverio Congedo (Oltre con Fitto), vice presidenti Francesco Paolo Campo (Pd) e Grazia di Bari (M5s), segretario Sabino Zinni (Emiliano sindaco di Puglia).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione