Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 01:28

Morì per salvare ragazzini in mare Decaro: «Merita riconoscimento»

Morì per salvare ragazzini in mare Decaro: «Merita riconoscimento»
BARI – Il sindaco di Bari Antonio Decaro ha scritto al ministro dell’Interno Angelino Alfano per chiedergli di avviare l’istruttoria finalizzata ad un riconoscimento al merito civile in memoria di Cesare Dentico, il cittadino barese morto lo scorso 14 giugno a Castellaneta Marina (Taranto) nel tentativo di salvare sei ragazzini in difficoltà perchè trascinati dalla corrente tra le onde.

"Cesare Dentico – si legge nella nota a firma del sindaco Decaro – quella domenica mattina, mentre si godeva una giornata in spiaggia insieme alla sua compagna, vedendo un gruppo di bambini in seria difficoltà perchè travolti dalle onde e spinti in mare aperto dalle correnti, senza esitare si lanciava in acqua nel tentativo di salvarli. Quel gesto eroico, che ha causato la morte di Cesare, ha consentito però di salvare sei giovanissime vite. In ragione del comportamento esemplare ed altruistico di Cesare Dentico, ritengo che sarebbe importante conferirgli, seppure alla memoria, un riconoscimento per il valore civile dimostrato".

Anche la giunta comunale di Castellaneta, tramite il Prefetto di Taranto, procederà con un deliberazione di richiesta di riconoscimento al merito civile, ai sensi della Legge 20 giugno 1956, n. 658.
"Nessuno potrà restituire Cesare all’affetto dei suoi cari - aggiunge Decaro – ma un riconoscimento ufficiale da parte del Presidente della Repubblica, che sarà interessato, come prevede la procedura, dal Ministro Alfano, resterebbe a testimonianza del suo coraggio e del suo altruismo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione