Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 06:00

Crac Provvidenza udienza del Riesame per le suore arrestate

Crac Provvidenza udienza del Riesame per le suore arrestate
BARI – Il tribunale del Riesame di Bari deciderà venerdì sulla revoca della misura cautelare chiesta dal difensore delle due suore coinvolte nell’inchiesta della Procura di Trani sul crac della Casa della Divina Provvidenza. L'avvocato Francesco Paolo Sisto, nell’interesse di suor Marcella Cesa e suor Consolata Puzzello, entrambe agli arresti domiciliari dal 10 giugno scorso, ha discusso rimarcando "l'assoluta insussistenza del loro coinvolgimento nel reato associativo" e "l'insussistenza delle esigenze cautelari – ha spiegato il legale – relative al pericolo di fuga, al pericolo di inquinamento delle prove, e soprattutto al pericolo di reiterazione del reato, dal momento che l’ente è commissariato da tempo". I giudici si sono riservati e scioglieranno la riserva tra due giorni.

E' attesa invece per domani la decisione sull'istanza di revoca della misura cautelare avanzata dalla difesa del senatore Antonio Azzollini, sul quale pende la richiesta di arresti domiciliari dinanzi alla giunta per la autorizzazioni a procedere che sarà discussa domani, e per altri tre indagati. Si tratta dell’avvocato Antonio Battiante (in carcere), ritenuto ex direttore generale di fatto dell’ente ecclesiastico, Angelo Belsito, ritenuto amministratore di fatto dell’ente dal 2009, l'ex collaboratore della Casa Divina Provvidenza Augusto Toscani (questi tre agli arresti domiciliari).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione