Cerca

Venerdì 17 Novembre 2017 | 22:26

Traffico illecito rifiuti sequestro nel porto di Bari

Traffico illecito rifiuti sequestro nel porto di Bari
BARI – In un’operazione congiunta, gli agenti dell’Agenzia delle Dogane e del Nipaf del Corpo Forestale dello Stato hanno scoperto e bloccato, nel porto di Bari, un’attività di esportazione illecita di rifiuti partiti dalla Bulgaria e diretti verso il Benin, in transito dall’Italia.
In particolare, in due automezzi bulgari sono stati trovati 47.500 kg di pezzi di camion. I conducenti hanno esibito delle fatture commerciali relative a parti di ricambio usate per autocarri destinate all’esportazione. E’ stato invece accertato che si trattava di due camion fatti a pezzi, quindi veri e propri rifiuti, in quanto non erano stati sottoposti ai trattamenti di messa in sicurezza (asportazione delle parti potenzialmente inquinanti) e di bonifica prescritti dalla normativa vigente. La legge infatti detta una specifica disciplina al fine di garantire che la gestione di veicoli fuori uso non comporti rischi per la salute umana e per l’ambiente.
Il proprietario della merce, di nazionalità beninese, è stato denunciato per traffico illecito di rifiuti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione