Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 12:58

Gdf Puglia scova frode da 97 mln su risorse pubbliche

Gdf Puglia scova frode da 97 mln su risorse pubbliche
BARI – Nei primi 5 mesi del 2015 la Guardia di Finanza ha sequestrato in Puglia disponibilità patrimoniali e finanziarie per il recupero delle imposte evase per otre 28 milioni di euro e ha avanzato nuove proposte di sequestro per circa 70 milioni. Sul fronte della tutela della spesa pubblica, ha accertato che le risorse pubbliche indebitamente richieste o percepite da 519 indagati si aggira sui 97 milioni di euro. Sono solo alcuni dei risultati delle attività investigative del Corpo che oggi celebra il 241/esimo anniversario della fondazione. A Bari la cerimonia si è svolta nella caserma 'Macchì alla presenza del comandante regionale, gen.Giuseppe Vicanolo.

In materia di appalti le persone segnalate alla magistratura sono state 52, cinque delle quali sono state arrestate; le procedure irregolari sulle quali sono state svolge indagini sono state pari a 39 milioni di euro. Sul fronte del contrasto alla criminalità organizzata, sono stati sviluppati 139 accertamenti patrimoniali nei confronti di 380 soggetti, e avanzate proposte di sequestro di beni di provenienza illecita per 155 milioni di euro (in tutto il 2014 erano stati 164 milioni); nel contempo, sono stati eseguiti decreti di sequestro e confisca ai sensi della legislazione antimafia su beni del valore di 71,7 milioni di euro (in tutto il 2014 erano stati 48,5 milioni).

Per quanto riguarda i reati fiscali, sono stati individuati 227 soggetti che, pur avendo svolto attività produttive di reddito, hanno omesso completamente di presentare le dichiarazioni annuali, e 270 datori di lavoro che hanno impiegato 727 lavoratori in nero e 841 irregolari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione