Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 12:53

Il ministero dell'Economia contesta all'Università di Bari l'erogazione di 35 milioni tra integrativi e premi

Il ministero dell'Economia contesta all'Università di Bari l'erogazione di 35 milioni tra integrativi e premi
BARI – Il ministero dell’Economia e finanze ha contestato all’Università di Bari l’erogazione indebita di risorse al personale (premi e integrativi vari) per 35 milioni di euro (20 per la progressione 'orizzontalè dei dipendenti, 15 per quella 'verticalè di tecnici amministrativi a elevata professionalità) nel periodo 2004-2013. La nota ministeriale è indirizzata anche alla Procura regionale della Corte dei conti per gli atti di sua competenza.

"Emerge che la spesa erogata in eccesso rispetto al limite legittimo – scrive la Ragioneria di Stato, secondo il quotidiano - ha assunto proporzioni di eccezionale gravità tanto da far ritenere allo stato impraticabile un’ipotesi di recupero".

Il Mef critica inoltre l’immissione nei ruoli di 285 unità di personale ad elevata professionalità ma in assenza di indicazioni contrattuali che consentissero di adeguare il fondo previsto per sole 45 unità.

Nel 2010 – ricorda il giornale – l'ateneo barese chiuse il bilancio con un buco di 52 mln.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione