Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 01:19

Suor Cristina precisa «Io vittima di stalking  non di semplice selfie»

Suor Cristina precisa «Io vittima di stalking  non di semplice selfie»
ROMA – "E' molto triste ciò che sta succedendo e lo ritengo tremendamente ingiusto nei miei confronti e della mia Congregazione, nei riguardi di tutte le donne che subiscono violenze gravi come lo stalking e della Polizia Italiana che di certo non si attiverebbe per un semplice selfie. Le cose sono andate in modo totalmente diverso rispetto a quel che è stato descritto, ma al momento per segreto istruttorio non posso e non voglio parlarne, anche per non alimentare ulteriori strumentalizzazioni".  

E' quanto precisa Suor Cristina, in merito alla vicenda che l’ha vista vittima nei giorni scorsi in un episodio di stalking, che ha portato alla denuncia e all’arresto di un 42enne di nazionalità belga. L’uomo da più di un anno inviava messaggi sempre più spinti e insistenti alla vincitrice della seconda edizione di The Voice. Bloccato davanti al convento dove vive Suor Cristina a Milano, si è giustificato dicendo che voleva "solo un selfie".  "Preciso che le notizie riportate e circolate in questi giorni sono ben lontane da ciò che è effettivamente accaduto (che non è possibile ufficializzare dato che allo stato pende procedimento penale coperto dal segreto istruttorio)", ha tenuto ha precisare la religiosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione