Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 14:41

Bari, rissa in piazza perizia psichiatrica per l'aggressore

Bari, rissa in piazza perizia psichiatrica per l'aggressore
BARI – Sarà sottoposto a perizia psichiatrica il 38enne marocchino arrestato ieri sera a Bari dopo aver ferito con un coltello un carabiniere in borghese. Lo ha stabilito il giudice monocratico del Tribunale di Bari Marilisa Moretti nell’ambito del processo per direttissima nei confronti dell’uomo. Dopo aver convalidato l’arresto in flagranza per i reati di danneggiamento, aggressione e lesioni a pubblico ufficiale, confermando la misura cautelare del carcere, il giudice ha accolto la richiesta della difesa rinviando all’udienza del prossimo 26 giugno per l’affidamento dell’incarico per una perizia psichiatrica.

L'episodio si è verificato ieri sera in piazza Umberto. Il 38enne è stato inseguito e arrestato dopo la colluttazione con un militare, rimasto lievemente ferito. Stando alla ricostruzione fatta dagli investigatori, il ragazzo avrebbe spaccato il finestrino dello sportello sinistro di un’auto dei carabinieri con a bordo una pattuglia che stava andando in piazza Cesare Battisti per dare supporto a colleghi nell’arresto di un presunto spacciatore. Dopo l’aggressione è fuggito ed è stato poi arrestato dalla Polizia.

Dinanzi al giudice è stata discussa anche la posizione del migrante arrestato per spaccio. Al termine del processo per direttissima il ragazzo è stato condannato a 1 anno e 1 mese di reclusione (pena sospesa) e subito scarcerato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione