Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 08:55

CIBOriCIBO a Casamassima via al progetto per donare cibo a chi ne ha più bisogno

CIBOriCIBO a Casamassima via al progetto per donare cibo a chi ne ha più bisogno
CASAMASSIMA - Si svolgerà giovedì 28 maggio alle 17 presso Palazzo Monacelle (in via Roma, 13) a Casamassima, il primo incontro su CIBOriCIBO, progetto che consentirà di mettere in atto azioni concrete per combattere gli sprechi alimentari e innescare un circuito virtuoso in cui la comunità diventa protagonista della solidarietà.
 
Al meeting interverranno Margherita Diana, responsabile del Servizio socio-culturale del Comune di Casamassima, Marco Tribuzio, direttore della FondazioneBanco delle Opere di Carità Bari, Antonio Spera, promotore del progetto Avanzi Popolo, Carmelo Tommasi, managing director presso Cadan Srl, Rosanna Selvaggi, presidente dell'associazione di volontariato Comunità e Vita, e Andrea Gelao, project manager del laboratorio CIBOriCIBO.

A partire da giovedì 28 prenderà avvio il mese dedicato a CIBOriCIBO durante il quale verranno organizzati sino a fine giugno incontri e attività sul territorio con lo scopo di informare e sensibilizzare cittadini, esercenti e associazioni di volontariato a prendere parte dell’iniziativa.
 
L'innovativo progetto consentirà di distribuire presso le famiglie disagiate che vivono a Casamassima alimenti buoni non più vendibili (per difetti nella confezione o perché vicini alla scadenza) recuperati dalla distribuzione organizzata e da altre attività commerciali - come negozi, farmacie, ristoranti, ditte di catering e aziende agricole che operano sul territorio di Casamassima - attivando in tal modo una immediata ed efficace rete di interscambio fra donatori e beneficiari. 

I cittadini potranno partecipare al progetto in diverse modalità: dedicando una parte del proprio tempo alla raccolta e distribuzione degli alimenti, dando un contributo in vario modo, e acquistando un prodotto alimentare in uno dei punti vendita convenzionati e donarlo per l'iniziativa - in tale contesto, gli esercenti o altre attività commerciali che si convenzionano, diventeranno punti di supporto al progetto -.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione