Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 10:12

Triggiano, esecuzione in piazza ucciso un 34enne di Ceglie  si indaga nel mondo della droga

Triggiano, esecuzione in piazza ucciso un 34enne di Ceglie  si indaga nel mondo della droga
NICOLA PEPE
TRIGGIANO - Un solo colpo, alla nuca all'altezza dell'orecchio destro. Sarebbe stata questa la dinamica dell'esecuzione di Giovanni Sblendorio, 34 anni, personaggio legato al mondo dello spaccio di droga, ucciso questa mattina in pieno centro, a Triggiano, in via Carroccio, nei pressi della Chiesa Madre.

Nonostante l'ora, poco dopo mezzogiorno, e la presenza di numerose persone, non è stato ancora possibile ricostruire l'esatta dinamica dell'omicidio. I carabinieri del Reparto operativo avrebbero accertato - con non poche difficoltà vista la scarsa collaborazione - che ad entrare in azione sarebbero state due persone: dopo aver avvicinato la vittima, una delle due ha aperto il fuoco molto probabilmente con una pistola a tamburo colpendo Sblendorio a distanza ravvicinata.

L'uomo è stramazzato a terra, davanti a un'auto, in un lago di sangue mentre i due sicari si sono allontanati indisturbati. La pista maggiormente accrediotata è quella di un regolamento di conti nel mondo dello spaccio di sostanze stupefacenti: Sblendorio, infatti, fu arrestato nell'ottobre del 2011 insieme ad altre sei persone dalla Guardia di Finanza nell'ambito di una inchiesta che metteva a fuoco il mercato della droga nei quartieri baresi di Loseto, Carbonara e Ceglie del Campo e nei comuni di Triggiano, Mola di Bari e Monopoli. L'uomo, da quanto si è appreso, non sarebbe inquadrato in maniera organica in un clan malavitoso.

Strazianti le scene di dolore dei parenti della vittima quando hanno raggiunto il luogo dell’omicidio. Disperate le urla della moglie dell’uomo sorretta da congiunti. "Non me ne voglio andare" ha ripetuto ad alta voce, cercando di avvicinarsi al corpo del marito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione