Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 19:29

Tentarono di ammazzare testimone di omicidio in due condannati a 16 anni

Tentarono di ammazzare testimone di omicidio in due condannati a 16 anni
BARI – Avrebbero tentato di uccidere il testimone di un agguato perchè non confermasse le accuse ai magistrati. Il gup del Tribunale di Bari Francesco Agnino ha condannato alla pena di 16 anni di reclusione ciascuno il 34enne Domenico Cavalieri Foschini, soprannominato «U Russ», e il 20enne Vito Colapinto, entrambi di Bitetto (Bari). I due rispondono di tentato omicidio, minaccia ed estorsione. I fatti risalgono al 2013.

Stando alle indagini dei Carabinieri, coordinati dal pm Ettore Cardinali, il 13 maggio 2013 Colapinto avrebbe sparato un colpo di pistola contro due giovani di Grumo Appula (Bari), senza ferirli. Nei mesi successivi l’agguato una delle due presunte vittime avrebbe raccontato agli investigatori i fatti, accusando Colapinto e causandone l’arresto il 25 dicembre 2013. Il ragazzo, dal carcere, avrebbe allora ordinato la morte del testimone, commissionando il delitto all’amico Cavalieri Foschini e ad un’altra persona, l’albanese 30enne Sadiku Edvin (a processo con rito ordinario). I due sicari, il 28 dicembre 2013, avrebbero quindi esploso tre colpi di pistola ferendo la vittima alla gamba destra e avrebbero costretto l’altra vittima dell’agguato a pagare le spese legali di Colapinto.

Per l’episodio di maggio Colapinto è stato condannato dal Tribunale Monocratico di Bari alla pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione per i reati di tentate lesioni personali aggravate dall’uso dell’arma. Per il secondo agguato Colapinto e Cavalieri Foschini sono stati condannati con rito abbreviato a 16 anni di reclusione. Il 20enne è attualmente agli arresti domiciliari mentre il 34enne è in carcere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione