Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 15:18

Il Gran Premio storico di Bari vinto da una Fiat Ortolani del '49

Il Gran Premio storico di Bari vinto da una Fiat Ortolani del '49
BARI – Successo per la quarta edizione della Rievocazione del Gran Premio di Bari, organizzata da Old Cars Club: quarantasette bolidi provenienti da tutta Italia hanno vissuto la competizione delle tre manche, davanti a migliaia di cittadini che hanno gremito le tribune in corso Vittorio Emanuele.

Il vincitore della gara di regolarità, svoltasi su un tracciato che ha abbracciato tutto il borgo antico (con partenza sempre da Piazza Prefettura) è stato Giuseppe Fasciolo, di Francavilla Bisio (Alessandria), su una Fiat Ortolani del 1949. Al secondo posto il leccese Francesco D’Agostino con una Stanguellini Sport del 1949, mentre la terza piazza del podio se l'è aggiudicata Roberto Pompili, di Cisterna di Latina (Latina), con una Singer Le Mans Sport del 1934. Tra le macchine d’epoca sul circuito c'erano anche Apache, Ferrari, Alfa Romeo, Maserati e Lotus.

Tra le curiosità risalta che il pilota più anziano della gara è stato il romano Giorgio Marzolla, con 83 primavere, a bordo di una fiammante Cisitalia D46 del 1946, terminato al 35 posto. In gara anche Tazio Taraschi su una Giaur 750 Record del 1955 (arrivato al 41 posto), figlio dell’indimenticato Berardo Taraschi (1915-1997), che ha corso anche nel Gran Premio di Bari svoltosi dal 1947 al 1956. L’equipaggio più giovane (unico al femminile) era composto dalle 19enni baresi Valentina Chicco e Giorgia Settanni a bordo di una Triumph Moss Monaco del 1964 (ottimo il loro piazzamento, al 19 posto). Pietro Piacquaddio, responsabile della Commissione Nazionale Manifestazioni Auto dell’ASI, è giunto al quinto posto, su una Jaguar SS 100 del 1936. Alla manifestazione ha presenziato anche il presidente ASI (Automotoclub Storico Italiano, ente al quale è affiliato Old Cars Club) Roberto Loi.
La prossima edizione, come annunciato dal presidente di Old Cars Club Dario Catalano, si terrà nel maggio 2017.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione