Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 10:35

In Puglia i pentastellati puntano alla sorpresa

In Puglia i pentastellati puntano alla sorpresa
BARI - Si è conclusa a Lecce la due giorni del vicepresidente della Camera Luigi Di Maio in Puglia a supporto della candidata governatrice per il M5S Antonella Laricchia.

Sabato sera, Luigi Di Maio e Antonella Laricchia hanno tenuto un comizio in piazza a Foggia: il vicepresidente della Camera ha illustrato tutte le iniziative già avviate nei Comuni amministrati dai 5 Stelle: dai giovani che gestiscono gli uffici per intercettare i fondi europei all’acqua pubblica, all'abolizione di Equitalia, sino all’eliminazione della Tasi e Tari grazie ad un’ottimizzazione delle risorse. Antonella Laricchia, poi, ha presentato il programma regionale, concentrandosi su quattro punti principali: reddito di cittadinanza regionale, case della salute, piano olivicolo regionale e microcredito per le piccole e medie imprese da alimentare con i tagli allo stipendio dei consiglieri regionali.

Nella mattinata di ieri, invece, camminata sul lungomare di Bari con visita al mercato del pesce ed al borgo antico. Alle 16, poi, è stata la volta di Lecce per un incontro con le piccole e medie imprese presso la Fiera «Externa», per parlare delle politiche nazionali e regionali a sostegno delle PMI nonché del microcredito creato con le restituzioni degli stipendi e dei rimborsi dei parlamentari 5 Stelle.Alle 21, infine, tappa a Taranto per l’iniziativa «Note di Puglia», con un concerto e la presentazione del programma regionale.

«Il patrimonio culturale - ha detto Antonella Laricchia - immobile ed umano che abbiamo, infatti, è quello da cui vogliamo ripartire per trovare tutte quelle opportunità di lavoro per i nostri concittadini pugliesi. Sosterremo la loro formazione a queste professioni con un reddito di cittadinanza e poi finanzieremo quei settori ad alta intensità di lavoro: agricoltura biologica, turismo, bonifiche, efficientamento energetico degli edifici. In questo modo, riusciremo a consentire ai pugliesi di esercitare il diritto di restare in Puglia».

«Non conoscevo Antonella - ha detto alla Gazzetta l’on. Di Maio - ma in questo tour pugliese ho imparato ad apprezzarne le qualità: sono certo che il 1 maggio sarà l’outsider che nessuno si aspetta. Antonella è la persona giusta al posto giusto, in quanto coniuga onetstà e competenza. In questi incontri pugliesi ho parlato di cose fatte da noi, non di cose da fare, di promesse. Ho spiegato come nei Comuni governati da noi non c’è più Equitalia, in quanto riscuotiamo noi le somme dovute dai cittadini, mettendo però in condizione di pagare chi non è in grado di farlo ed evitando così che fallisca».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione