Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 05:39

San Nicola a Bari Corteo, che sogno fare il figurante

di ANNADELIA TURI
BARI - «Io non partecipo ma ho deciso di accompagnare Cinzia e Ivana, per il secondo anno. È bellissimo stare qui in coda e vedere l’entusiasmo che provano. E poi mi fa piacere tornare nella mia splendida Bari perché vivo nella Murgia e non mi posso godere tutti i giorni questo mare straordinario, lo stesso che i marinai attraversarono tanti anni fa per arrivare in città con le reliquie di San Nicola». Maria Ruta è mamma a tempo pieno. Anche quest’anno ha deciso di far vivere alle sue figlie l’esperienza del casting per la selezione dei figuranti del corteo storico di San Nicola del prossimo sette maggio
San Nicola a Bari Corteo, che sogno fare il figurante
di ANNADELIA TURI

BARI - «Io non partecipo ma ho deciso di accompagnare Cinzia e Ivana, per il secondo anno. È bellissimo stare qui in coda e vedere l’entusiasmo che provano. E poi mi fa piacere tornare nella mia splendida Bari perché vivo nella Murgia e non mi posso godere tutti i giorni questo mare straordinario, lo stesso che i marinai attraversarono tanti anni fa per arrivare in città con le reliquie di San Nicola». Maria Ruta è mamma a tempo pieno. Anche quest’anno ha deciso di far vivere alle sue figlie l’esperienza del casting per la selezione dei figuranti del corteo storico di San Nicola del prossimo sette maggio. Lei, Cinzia, Ivana e decine di baresi si sono presentati alle dieci in punto, all’ingresso del padiglione 90 della Fiera del Levante per la selezione degli interpreti che rievocheranno la traslazione delle ossa del santo da Myra avvenuta nel 1087. A curare la scelta dei 235 figuranti, la metà rispetto allo scorso anno, la Doc Servizi sotto la direzione artistica del regista Sergio Rubini che per questa edizione del corteo storico ha deciso di coinvolgere anche un centinaio di rappresentanti di comunità nicolaiane internazionali.

Ieri si sono presentati in 350, tutti molto motivati, come ha dichiarato la responsabile di Doc Servizi Patti Morelli. Ma la selezione continua anche oggi dalle 10 alle 17. «Ci dà tanta emozione essere qui perché l’anno scorso siamo state scelte e sarebbe bello ripetere questa esperienza –ci dicono Cinzia e Ivana De Marco di 11 e 13 anni – l’anno scorso abbiamo interpretato il ruolo delle bambine contadine, quest’anno sembra tutto diverso anche perché è cambiato il direttore artistico. Sergio Rubini –continuano Cinzia ed Ivana –è divertente, ha fatto tanti film in particolare uno al quale ha partecipato anche il fratello di una nostra zia. Per questo ci piacerebbe incontrarlo».

Partecipa invece da 12 anni alle selezioni Antonio Sossi, da quando aveva 15 anni. «Da barese verace è un’esperienza importante per me perché sono molto devoto a San Nicola – dice Antonio – e anche perché ho collaborato con tanti registi. Negli ultimi anni sono stato scelto per fare il marinaio che trainava la caravella mentre in passato ha interpretato altri due ruoli: il portatore di pale e lo spingitore di carro». È il quarto anno, invece, che partecipa Orsola Serini. «Se ti scelgono il cuore ti batte a mille ma se vieni scartato fa davvero male – dice Orsola – però non fa niente, per San Nicola si fa questo e altro, perché noi della città vecchia questo santo lo abbiamo nel sangue. Negli anni passati ho interpretato la popolana e la nobile barese, quest’anno un ruolo diverso non mi dispiacerebbe».

È la prima volta, invece, per Alessia Disposto. «Per la selezione mi hanno dato il numero 52 –dice Alessia – speriamo mi porti bene. Ho deciso di partecipare un po’ per curiosità, un po’ per gioco. Mi piacerebbe diventare per una sera una nobile o perché no anche una contadina. E poi ho il desiderio di conoscere da vicino Sergio Rubini perché sono un’appassionata di cinema e sarebbe davvero una bella emozione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione