Cerca

Sabato 25 Novembre 2017 | 05:09

La Giornata del libro tra Puglia e Basilicata

La Giornata del libro tra Puglia e Basilicata
di Leonardo Petrocelli

BARI - La scenografia che fa da sfondo all’odierna Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, evento Unesco che si celebra con regolarità ogni 23 aprile dal 1996, non è certamente delle più gioiose. Al contrario, tra la mestizia dei dati Istat (6 italiani su 10 non leggono nemmeno un volume l'anno) e la certezza che il libro abbia abbia ormai abdicato all’antica virtù di prodotto «anticiclico», l'allarme rosso, nel Belpaese, è suonato da tempo. Inevitabile, dunque, che la Giornata - sostenuta dalla contemporanea iniziativa dell’Aie (Associazione Italiana Editori) #ioleggoperché (e dei suoi «messaggeri» volontari) - assuma i toni di una riscossa emergenziale che avrà oggi in Milano, Cosenza, Sassari, Vincenza e Roma, oltre che nella corrispondente serata su Raitre, il suo miglior avamposto. Seppur più discretamente, tuttavia, anche in Puglia la ventiquattrore s'annuncia, se non campale, quanto meno vivace con una galassia pulviscolare di incontri, serate, presentazioni e dibattiti distribuiti a macchia di leopardo sul territorio ed impossibili da elencare nella loro interezza.

Qualche indicazione, però, è possibile fornirla. A Bari, in particolare, si segnalano il convegno organizzato dell’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) presso la Mediateca Regionale e incentrato sulla situazione delle biblioteche ex provinciali, il pomeriggio dedicato ai più piccoli negli spazi di Libriamoci, la presenza del Club del Libro presso la caffetteria Musa, nonché gli eventi in calendario presso le due librerie più frequentate della città. La Feltrinelli, in apertura straordinaria oltre il consueto orario, ospiterà lo scrittore Massimo Carlotto, autore di La banda degli amanti (Ed E/O) e, a seguire, la presentazione (dalle 22) del disco Mirazh di Giovanna Carone e Mirko Signorile. Doppio appuntamento anche alla Laterza con, in mattinata, il nuovo testo di Paolo Comentale, Otello cane d’aprile (Manni), e, nel pomeriggio, l'incontro con Alessio Viola, autore di Ti strappo e ti getto in pasto ai cani (Caratteri Mobili). Grazie alla sinergia con l’associazione Donne in Corriera e in omaggio alla tradizione spagnola, nel corso della giornata saranno donate ai visitatori rose di ogni colore.

Particolarmente attiva anche l’associazione Presìdi del Libro, con il reading «A pagine spiegate» a Grumo Appula, le degustazioni e letture di «Il cibo dell’anima» a Casarano, la presentazione del volume La storia nascosta di Pasquale Trizio presso la Biblioteca Comunale di Sannicandro e, infine, un triplice appuntamento a Bisceglie (info su www.presidi.org). A Foggia, invece, spazio al progetto «Io leggo perché... non avevo capito niente» dell’Istituto «Luigi Einaudi» e alle probabili sortite dei già citati «messaggeri» presso le librerie della città. Un link floreale con la Spagna, sarà lanciato anche da San Marco in Lamis, dove in mattinata, all’Istituto «San Giovanni Bosco», avrà luogo l’iniziativa El dia del libro y de la rosa.

Allargando lo sguardo, infine, non sfugge il fermento che anima Matera, futura capitale europea della Cultura, ove la Giornata si consumerà fra letture collettive a scuola, esibizioni musicali, reading di brani scelti dal Centro «Carlo Levi», presentazioni di testi dedicati al tema della pace, fino alla conclusiva serata di letture condivise «Con il cuore in mano» che eleggerà a suo riferimento quel Willam Shakespeare nato proprio il 23 aprile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione