Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 09:51

Bolidi, pupe, arte e moda lo show del Gran premio

Bolidi, pupe, arte e moda lo show del Gran premio
di ALESSANDRA MONTEMURRO

BARI - Una ripassata per lucidare la carrozzeria e qualche ultima prova per sentire il rombo dei motori. Tutto è pronto per la IV edizione della rievocazione del Gran Premio di Bari, andato in scena dal 1947 al 1956, organizzata anche quest’anno da Old Cars Club Bari nei primi tre giorni di maggio. Grande novità del 2015 sarà la sfilata notturna dei bolidi d’epoca in memoria di un’altra importante competizione del dopoguerra barese, la «Sei ore notturna».

Alla gara vera e propria, una prova di regolarità, che si svolgerà domenica 3 maggio lungo il percorso avventuroso del Gran Premio di Bari parteciperanno ospiti noti ex piloti, insieme a circa 45 vetture di altissimo pregio artistico e collezionistico (Stanguellini, Apache, Cisitalia, Ferrari, Taraschi, Alfa Romeo, Maserati, Lotus).

Il programma della manifestazione è ricco di eventi collaterali. Si comincia domani (alle 18) con l’inaugurazione della mostra «Circuito tracciato ieri e oggi» nella sala Murat. La rassegna, evento artistico ufficiale della manifestazione automobilistica, organizzato in collaborazione col Comune di Bari, resterà aperta fino al 4 maggio (ingresso gratuito dalle 10 alle 12,30 e dalle 17 alle 21). Curata da Flavia D’Alessandro, la mostra esporrà cimeli, fotografie, filmati, curiosità e testimonianze degli anni ruggenti, tra cui anche prestigiosi bolidi d’epoca (Stanguellini Formula Junior 1958, Monaci B Motore 1959 e De Blanc 1959). In più ci saranno i lavori dei vincitori della II edizione del concorso «Nunzio Canta»-Riscrivi il manifesto del gran premio di Bari realizzato in collaborazione con l’Accademia di belle Arti di Bari per l’elaborazione del manifesto per la rievocazione del 2017 (1° classificato Marco Fabiano) e alcune opere dell’artista pugliese Enzo Guaricci («Ruota per corsa», «Casco» e «Traccia-To»), un filmato inedito del Gran Premio, alcuni reportage originali della storica corsa e documenti d’epoca (archivio Amati).

Domenica invece, dalle 19 (ingresso gratuito), sempre la sala Murat accoglierà «L'Auto è di moda», una serata dedicata all’affascinante connubio «donne e motori» durante cui le modelle della scuderia Martorana, in gara per il fashion award Top Fashion Model, saranno protagoniste della speciale passerella allestita tra le autovetture d’epoca che faranno da cornice a defilè, shooting fotografici e incursioni di body painting.

Intanto, negli spazi di «Galleria forma 4» (in via Argiro 73) è in corso la collettiva d’arte contemporanea «Le macchine cele(b)ri», che tra pittura, installazioni e videoarte (ispirate al binomio arte & motori) espone opere di Dario Agrimi, Pierluca Cetera, Flavia D’Alessandro, Gianni De Serio, Antonio Giannini, Beppe Labianca, Massimo Nardi, Francesco Sannicandro, Lino Sivilli, Arianna Spizzico, Beppe Sylos Labini. Mostra aperta fino al 4 maggio con ingresso gratuito tutti i giorni (esclusa la domenica) dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione