Cerca

Lunedì 20 Novembre 2017 | 03:24

L’ira dei deputati pugliesi «Non siamo assenteisti»

BARI - «Svolgiamo incarichi che non ci permettono di essere in Aula e per i quali siamo regolarmente giustificati». Deputati e senatori pugliesi non ci stanno a passare per “assenteisti”, e così la classifica delle presenze stilata da Openpolis, che la «Gazzetta» ha pubblicato domenica, innesca una serie di precisazioni: chi appare agli ultimi posti per numero di votazioni fa notare di essere comunque presente in Parlamento, solo in altri ruoli (nella foto, Pino Pisicchio, capogruppo del Misto)
Palese (FI),  recordman di presenze a Montecitorio. Pisicchio giù nella classifica
L’ira dei deputati pugliesi «Non siamo assenteisti»
BARI - «Svolgiamo incarichi che non ci permettono di essere in Aula e per i quali siamo regolarmente giustificati». Deputati e senatori pugliesi non ci stanno a passare per “assenteisti”, e così la classifica delle presenze stilata da Openpolis, che la «Gazzetta» ha pubblicato domenica, innesca una serie di precisazioni: chi appare agli ultimi posti per numero di votazioni fa notare di essere comunque presente in Parlamento, solo in altri ruoli.

È il caso ad esempio di Pino Pisicchio. Il barese, capogruppo del Misto, secondo i dati Openpolis ha partecipato in due anni a 2.656 votazioni su 8.516: il 31,19% del totale. Tuttavia proprio l’incarico di capogruppo fa sì che per 4.849 votazioni appaia «in missione» (facoltà che spetta a membri dell’ufficio di presidenza, presidenti di commissione, capigruppo e membri del governo che hanno impegni politici concomitanti con le sedute d’Aula): ne deriva che le assenze, calcolate in base ai criteri della Camera, ammontino a poco meno del 12%.

Va detto che i dati di Openpolis tengono conto dei voti espressi, per cui un parlamentare che è presente ma non vota viene considerato assente, e non tengono conto dei lavori in commissione. E va detto pure che le presenze alle votazioni influiscono sullo stipendio: alla Camera chi non partecipa al 30% delle votazioni giornaliere subisce la decurtazione della diaria, ma chi è in missione è considerato presente.

Stesso discorso vale anche per il barese Alberto Losacco, deputato Pd, ma anche presidente del Consiglio giurisdizionale della Camera (il tribunale interno): spesso le udienze coincidono con le sedute in Aula. Dunque Losacco, che secondo Openpolis ha partecipato al 72,28% delle votazioni, figura in missione per il 23,88% del tempo: le sue assenze ammontano al 3,84% delle votazioni totali, il quarto migliore dei deputati pugliesi. Se si inverte la classifica, la meno presente alle votazioni è Elvira Savino (Fi) con il 44,26% di assenze (nessuna missione), seguita da Nicola Fratoianni (43,07% di assenze, 2% di missioni), Gaetano Piepoli (42,75%, 1,76%) e Antonio Distaso (42,44%, 0). Il più assiduo resta sempre Rocco Palese (zero missioni e 0,41% di assenze).

m. s.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione