Cerca

Mercoledì 22 Novembre 2017 | 12:15

Domenico che tiene pulito un angolo di Bari

BARI - Quando si cammina per il centro è come una gimcana, per riuscire a non sporcarti le scarpe devi stare attentissimo, effettuare velocissimi slalom ed evitare ogni schifezza che incivili gettano sui marciapiede. Poi giri un angolo e lo vedi: scopa e paletta in mano sta pulendo un angolo di centro tra corso Cavour e via Dante (nella foto Domenico)
Domenico che tiene pulito un angolo di Bari
BARI - Quando si cammina per il centro è come una gimcana, per riuscire a non sporcarti le scarpe devi stare attentissimo, effettuare velocissimi slalom ed evitare ogni schifezza che incivili gettano sui marciapiede. Poi giri un angolo e lo vedi: scopa e paletta in mano sta pulendo un angolo di centro, tra corso Cavour e via Dante.
«Scusi ma cosa fa?», la domanda suona quasi stupida ma nasce spontanea di fronte ad una persona che sembra aver cura di un pezzo di strada come fosse casa propria, «Pulisco, non si vede?». In effetti è abbastanza chiaro, ma è comunque una scena insolita. Domenico ha in mano una scopa e tiene pulito a specchio un angolo di centro, pulisce le aiuole, cura gli alberi.
Ha una vita difficile Domenico, nato a Taranto ora vive non sisa bene dove e da quanto tempo a Bari, ma non ha perso il sorriso. Il suo impegno civico gli permette di avere qualche mancia da chi passa, da qualche commerciante, un ringraziamento tangibile per chi pulisce dove tanti meno civili sporcano, e così riuscire a sopravvivere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione